menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Furti nella Bassa padovana: individuato e arrestato ladro seriale

In manette un 55enne kosovaro ritenuto l'autore di un colpo in abitazione lo scorso 15 dicembre a Granze e di un secondo furto il 9 gennaio di quest'anno a Lozzo Atestino. Fondamentale la testimonianza di una vicina

Grazie alla testimonianza di una vicina di casa di una signora di Granze che, assente in quel momento dall'abitazione, era stata derubata di mille euro e di vari effetti personali, i carabinieri della stazione di Vescovana sono riusciti a risalire a un ladro seriale autore di diversi furti nell'ultimo periodo nella Bassa padovana, tra cui un colpo in abitazione il 9 gennaio di quest’anno a Lozzo Atestino con un bottino di 100 euro e vari monili in oro.

LA TESTIMONIANZA CHIAVE. Il furto in questione risale allo scorso 15 dicembre. L'uomo, insieme ad un altro complice, si era introdotto nella casa. La vicina, notata l’autovettura nel cortile, aveva parlato con i due uomini a bordo chiedendo lumi sulla loro presenza. Liquidata con una scusa, i due andavano via. Venuta a conoscenza del furto, la donna aveva quindi fornito tutti i particolari ai militari dell'arma descrivendo dettagliatamente la vettura, una Volkswagen Golf vecchio modello di colore blu,  e i soggetti a bordo.

B. Ragip-2L'ARRESTO. Due giorni dopo, il 17 dicembre, due uomini corrispondenti alla descrizione della vicina erano stati arrestati mentre fuggivano a bordo di un'auto dopo aver consumato un furto in un'abitazione a Conselve.  Le caratteristiche del veicolo e dei soggetti erano compatibili con la descrizione fornita dalla testimone. A seguito di ulteriori accertamenti, i carabinieri sono infine riusciti a raccogliere gravi indizi di colpevolezza per furto aggravato in concorso nei confronti di Ragip B.  - alias Faik B. -, 55enne kosovaro nullafacente, pregiudicato. Il Gip del Tribunale di Padova Sonia Bello, accolta la richiesta del pm Benedetto Roberti, ha quindi emesso un'ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti del kosovaro notificata dai militari dell'arma direttamente al carcere di Ferrara dove è detenuto per altra causa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cronaca

Il Sant'Antonio di Evyrein compare in centro

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento