Cronaca

Allarme furti. Pattugliamenti serrati, i carabinieri invitano alla collaborazione

"Non abbiate paura di segnalare", questo l'invito dei militari dell'Arma a tutti i cittadini dopo l'impressionante serie di furti che sta colpendo gli esercizi commerciali del centro

Diminuiscono i furti ma cresce la paura. Questa la sintesi degli umori dei commercianti del centro storico, vittime di una raffica di furti arrivati a colpire anche i locali più in vista del capoluogo. I carabinieri intensificano i pattugliamenti e invitano cittadini ed esercenti a segnalare attivamente qualsiasi episodio sospetto.

Il colpo al caffè storico

La goccia che ha fatto traboccare il vaso è stata la spaccata che nella notte di lunedì 20 agosto ha colpito il Caffè Pedrocchi riducendo in frantumi una delle vetrate storiche dell'edificio. Quasi nullo il bottino, a scottare è invece il danno causato dalla rottura del vano di accesso, che richiederà migliaia di euro per la riparazione e ha messo a repentaglio una giornata di lavoro.

carabinieri piazza cavour def-3

La sequela in galleria Borromeo

Prima del Pedrocchi a finire nel mirino dei ladri sono stati ben 6 esercizi commerciali nella zona della galleria Borromeo. Da fine aprile sono stati colpiti il bistrò Sò Riva', i bar Box Caffè, The Local e B-Gall, il negozio di calzature Cappelletto e il ristorante Crudo, dove però il colpo è sfumato. Domenica notte è toccato a Baessato. L'ondata di spaccate ha scatenato l'ira dei commercianti e l'episodio di ieri ha spinto Comune, polizia e carabinieri a intervenire mettendo in campo misure di sicurezza straordinarie.

L'importanza della collaborazione con i cittadini

Il comando provinciale dell'Arma, numeri alla mano, conferma che rispetto alo scorso anno i furti sono in diminuzione (128 in meno), anche quelli rivolti a negozi e locali (75 in meno). Resta il fatto che le razzie dell'ultimo periodo hanno messo in allarme la città. I carabinieri invitano gli esercenti a collegare i sistemi di allarme dei propri negozi alla centrale operativa, per consentire soccorsi tempestivi. Negoziati e cittadini sono anche invitati a segnalare ogni tipo di avvistamento o episodio ritenuto sospetto chiamando il 112, mentre i militari hanno messo in campo un dispiegamento di forze raddoppiato rispetto ai consueti controlli. In supposto agli uomini del comando di Padova sono stati chiamati quelli del Cio di Mestre e le aliquote del pronto intervento, che vigileranno 24 ore su 24 in tutto il centro.

carabinieri altinate def-2

Le indagini

Proseguono a ritmo serrato le indagini per risalire all'identità dei colpevoli dei furti, che puntano soprattutto sulle immagini raccolte dalla videosorveglianza cittadina e le analisi svolte dai reparti scientifici, che hanno raccolto numerosi campioni biologici.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Allarme furti. Pattugliamenti serrati, i carabinieri invitano alla collaborazione

PadovaOggi è in caricamento