Furti distributori di carburante col flessibile: trovato il terzo complice

Ritenuto fra gli autori di sei colpi commessi tra dicembre 2013 e marzo 2014, nelle province di Padova, Verona, Belluno e Ferrara. In manette Stefano C., 25 anni, di Bologna. Gli aveva dato rifugio la madre

I banditi in azione

Trovato anche il terzo complice della banda, con un raggio d'azione che comprendeva sia il Veneto che l'Emilia Romagna, ritenuta responsabile di sei furti aggravati commessi ai danni di aree di servizio e impianti di erogazione di carburante, tra dicembre 2013 e marzo 2014, nelle province di Padova, Verona, Belluno e Ferrara.

VIDEO: Banditi in azione a Candiana

L'OPERAZIONE "SELF". Nell'ambito dell'indagine denominata "Self", martedì mattina, i carabinieri della compagnia di Piove di Sacco hanno eseguito un'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip del tribunale di Padova Domenica Gambardella, su istanza del pm Giorgio Falcone, nei confronti di due pregiudicati con precedenti specifici: Federico R., 41enne, sposato, residente ad Arzergrande, e Damiano D., 26enne veneziano residente coi familiari a Campolongo Maggiore. Un terzo complice risultava ancora ricercato.

VIDEO/1: Banditi in azione a Legnago

ARRESTATO IL TERZO COMPLICE. Si tratta di Stefano C., 25enne originario di Oristano e residente a Bologna. Il giovane, in un primo momento era sfuggito alla cattura. Per poco più di 24 ore è riuscito ad eludere l'arresto. Nel frattempo, i militari hanno ricostruito tutti i rapporti intrattenuti dal 25enne e controllato tutti gli appartamenti in cui avrebbe potuto trovare rifugio. Tra questi, anche quello della madre del ragazzo, in centro a Bologna, dove in effetti si trovava. Le manette sono scattate nella tarda serata di mercoledì. L'uomo, pregiudicato, è stato portato in carcere a Bologna, con l'accusa di furto aggravato.

DOVE: I COLPI. Sei i furti aggravati, consumati e tentati, attribuiti: il 9 dicembre 2013 all'Eni di Correzzola, il 16 dicembre 2013 allo Shell di Falcade (Belluno), il 16 dicembre 2013 allo Ies di Candiana, il 20 gennaio 2014 all'Orogas di Legnago (Verona), Ro Ferrarese (Ferrara) e il 4 marzo 2014 al Total Erg di Ponte San Nicolò. Il danno complessivo, tra denaro asportato e danneggiamento delle casseforti, è stato stimato in oltre 50mila euro.

VIDEO/2: Banditi in azione a Falcade

BANDA DEL FLESSIBILE. I malviventi arrivavano sul posto a piedi, dopo aver parcheggiato l’auto poco distante dall’obiettivo, completamente travisati e attrezzati di flessibili, palanchini, tenaglie e torce. Mentre uno di loro fungeva da "palo" e controllava l’eventuale intervento delle forze dell’ordine, i complici rimuovevano l’intelaiatura esterna della cassaforte per poi tagliarla con un flessibile e prelevare le banconote. Le nottate predilette erano quelle comprese tra domenica e lunedì, considerata la presenza di maggiori importi di denaro, dovuta agli incassi dei fine settimana.

VIDEO: Banditi in azione a Candiana

Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Caricamento in corso...
Caricamento dello spot...

VIDEO/1: Banditi in azione a Legnago

Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Caricamento in corso...
Caricamento dello spot...

VIDEO/2: Banditi in azione a Falcade

Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Caricamento in corso...
Caricamento dello spot...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cercasi 700 comparse per la fiction Rai ambientata a Padova: al via i casting per “L’Alligatore”

  • Vive in casa con il cadavere del fratello, morto da tre mesi: dramma nella Bassa Padovana

  • Si fa accreditare oltre 11mila euro cambiando l'Iban sulla fattura, ma il trucco online viene scoperto

  • Dramma lungo la ferrovia: trentenne muore sotto il treno vicino alla stazione

  • Vede lo scooter a bordo strada, non si accorge dell'uomo a terra e lo travolge: un morto

  • Fuggi fuggi all'Ikea: scatta l'allarme antincendio, negozio evacuato a tempo di record

Torna su
PadovaOggi è in caricamento