menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Uno dei basculanti divelti (©Filomena Benedetto, Facebook)

Uno dei basculanti divelti (©Filomena Benedetto, Facebook)

I ladri tornano a colpire i garage: stavolta fanno razzia in provincia con almeno dieci furti

Un'intero quartiere passato al setaccio, con decine di box auto e cantine svaligiati. Nel mirino dei banditi anche un negozio. Sono riusciti a portare via biciclette e attrezzi

Notte di razzie a Monselice, con i ladri scatenati tra i garage di almeno una decina di abitazioni nel quartiere del Redentore. I primi a lanciare l'allarme sono stati gli stessi cittadini derubati, che dopo aver avvisato i carabinieri si sono sfogati sui social. 

Zona razziata

I furti risalgono alla notte tra lunedì e martedì e sulle tracce dei ladri, che al momento non si sa se sia uno o una banda, ci sono i carabinieri della compagnia di Abano Terme e della stazione locale. Hanno colpito in via San Salvaro ma soprattutto in via Costa Calcinara. Secondo gli inquirenti, i colpi messi a segno sarebbero tra dieci e quindici, ma non è escluso che il numero sia destinato a salire e che i militari dovranno raccogliere altre denunce. Obiettivo prediletto i garage di diverse abitazioni private, ma un tentativo di effrazione si sarebbe registrato anche ai danni di un noto negozio di biciclette.

Rapidi ed efficaci: forse non suono nuovi a questi colpi

Tutti gli elementi fanno pensare che dietro il raid ci sia la stessa mano. I furti si sono consumati tutti nella stessa notte, tanto per cominciare. Senza contare il fatto che il modus operandi ricorda quello di altri colpi compiuti in passato nelle stesse zone. La tecnica è semplice: i ladri bucano la lamiera dei box praticando un foro vicino alla maniglia. Poi, dall'interno, fanno scattare la serratura e aprono il basculante senza difficoltà.

Il bottino

L'amara scoperta è stata fatta la mattina seguente, quando i proprietari si sono avvicinati ai garage per andare al lavoro. Diversi gli ammanchi, tra attrezzi, accessori per l'auto (navigatori, autoradio) e alcune biciclette. E le due ruote dovevano essere l'obiettivo anche del tentato furto nel negozio Cicli Borg, anch'esso in via Costa Calcinara. Qui non sono riusciti ad entrare, ma sullo stipite accanto alla serratura sono ben visibili i segni della forzatura.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Politica

Il neo Presidente Masin: «Natura e turismo, così immagino il Parco Colli. Essere cacciatore non è in antitesi con questo ruolo»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento