Colpo ingente nell'abitazione del cardiochirurgo, via gioielli e armi

Ignoti, nella notte tra domenica e lunedì, si sono introdotti nella casa di famiglia dell'ex direttore del centro "Gallucci“, ad Arquà Petrarca. Bottino ricco per i predoni che si sono dati alla fuga facendo perdere le proprie tracce

Svaligiata la casa dell'ex cardiochirugo Dino Casarotto, già direttore del centro cardiochirurgico "Gallucci“ di Padova, finito agli onori della cronaca per il caso delle valvole killer, nel quale è stato assolto in Cassazione. Come riporta il quotidiano il Gazzettino, nella notte tra domenica e lunedì, una banda di predoni si sarebbe introdotta nella sua abitazione di Arquà Petrarca.

GIOIELLI E ARMI. Avrebbero messo fuori uso il sistema dall’allarme, scardinato una porta posta sul retro e, una volta all’interno, avrebbero arraffato monili in oro e svariati oggetti in argento. Non contenti, avrebbero aperto un armadio dove il professore custodiva varie armi, tutte denunciate, e avrebbero trafugato una pistola a tamburo calibro 8 e tre fucili calibro 12, di cui due da caccia e uno a pompa. I ladri si sarebbero poi dati alla fuga con l'ingente bottino. Sul caso indagano i carabinieri.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Esce dal garage con la Porsche e si maciulla una gamba: grave incidente per un assicuratore

  • Tra incredulità e gioia: al ristorante Radici di Padova si presenta Martin Scorsese

  • Gioca 5 euro, ne incassa 500mila: colpaccio col "Gratta e Vinci" in provincia di Padova

  • Dramma nella Bassa: si è tolto la vita Stefano Farinazzo, sindaco di Casale di Scodosia

  • Ristorante la sera, discoteca abusiva la notte: dopo il blitz stop ai balli

  • Gravissimo scontro tra un'auto e un camion: muore una donna di 52 anni

Torna su
PadovaOggi è in caricamento