menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La "soffiata" e il blitz: trovati 5 ladri "acrobati" con il kit del mestiere Saia: "Sventata probabile rapina"

La polizia locale, venerdì, ha fatto irruzione nell'edificio di proprietà del Coni, in via Tiziano Aspetti, in zona Arcella a Padova, dove ha trovato cinque romeni in azione: sono stati tutti denunciati a piede libero

La polizia locale è intervenuta, venerdì, nell’edificio di proprietà del Coni, in via Tiziano Aspetti, in zona Arcella a Padova. Il blitz è scattato a seguito della segnalazione della presenza alcuni malintenzionati intenti a rubare nello stabile.

LA "SOFFIATA" E IL BLITZ. Una volta arrivati sul posto, gli agenti hanno trovato tutte le porte ben chiuse. Solo una finestra al secondo piano era aperta, ma sembrava irraggiungibile da terra. Dopo aver chiesto le chiavi alla proprietà, gli operanti sono entrati e, in effetti, dentro hanno trovato cinque persone di nazionalità romena e un deposito di attrezzi da scasso di vario tipo, tra i quali anche una punta di diamante che serve per tagliare il vetro. Gli uomini, noti alle forze dell’ordine perché già condannati per reati contro il patrimonio, sono stati accompagnati al gabinetto di fotosegnalamento e denunciati a piede libero.

LADRI "ACROBATI". Si è appreso poi che i ladri erano entrati nell’edificio proprio dalla finestra del secondo piano, approfittando di una protuberanza del primo piano e raggiungendo la finestra arrampicandosi sul muro: una manovra non certo facile, ma per la quale probabilmente erano ben allenati.

SAIA. "Visti gli attrezzi di cui erano in possesso, molto probabilmente si stavano preparando per effettuare un colpo grosso - ha detto l’assessore alla Sicurezza, Maurizio Saia - la stessa soffiata che ha fatto scattare il blitz parlava di un probabile furto importante. Abbiamo provveduto a segnalare questi individui anche alle altre forze dell’ordine perché riteniamo che possano essere coinvolti nei recenti furti avvenuti in città dove in alcuni casi le vittime hanno anche subìto violenza. Un plauso alla squadra Sis che ancora una volta è intervenuta in modo impeccabile. L’amarezza che rimane è quella di non poterli trattenere".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento