menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Appartamenti svaligiati: porte forzate con il bancomat mentre i proprietari dormono

Raffica di colpi in un condominio di Saonara, dove abitualmente nessuno si barrica in casa. Due abitazioni erano vuote, nella terza i ladri hanno agito nonostante la presenza dei padroni

Complice l'arrivo dell'estate e delle vacanze, che lasciano molte abitazioni momentaneamente disabitate, torna a farsi sentire l'incubo dei ladri, che hanno preso di mira alcune case a Saonara.

La triste scoperta

Tre gli appartamenti svaligiati, tutti nello stesso palazzo in via Mazzini. I proprietari si sono accorti solo la mattina delle effrazioni: i primi a rendersi conto dell'inquietante visita sono stati gli unici a essere presenti in casa durante la notte tra l'11 e il 12 luglio. Al risveglio l'amara sorpresa: la porta principale era socchiusa e nell'ingresso era evidente che qualcuno avesse rovistato tra i mobili.

La refurtiva

Nel condominio tutti si conoscono e i proprietari hanno subito contattato i vicini per verificare la situazione nei rispettivi appartamenti. All'arrivo degli uomini del radiomobile di Piove di Sacco, tre sono stati i nuclei familiari a denunciare altrettanti furti. Le persone che hanno avuto i ladri a pochi metri non si sono accorte di nulla: dormivano in una stanza lontana dall'ingresso e non hanno percepito alcun rumore strano. Magro il bottino per i delinquenti, che sono riusciti ad arraffare una borsa, un cellulare, circa 760 euro in contanti e alcuni documenti che ora i militari stanno cercando di recuperare.

L'appello ai cittadini

Dal racconto degli abitanti, è emerso come nel condominio spesso le porte delle abitazioni non vengano chiuse con le mandate di chiave, il che le rende facili da aprire anche con una semplice carta di credito. I carabinieri, al lavoro per dare un volto ai ladri, invitano tutti i cittadini alla massima prudenza, specialmente nel periodo estivo, per difendersi dai topi d'appartamento.

Gli altri casi

Sono state invece identificate e denunciate le responsabili di due furti di poco conto tra Padova e Selvazzano. La prima è una moldava di 36 anni, scoperta dopo aver rubato circa 21 euro di generi alimentari al supermercato Eurospar di via Gattamelata e bloccata dalla security. É accusata del furto di una bicicletta una 42enne padovana, rintracciata dai carabinieri di Selvazzano in sella al mezzo che appartiene a un coetaneo del posto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento