Cronaca Stazione

Derubata mentre aspetta la figlia in Stazione: ladro sale in furgone e le ruba la borsa, lo sfogo su Facebook della super mamma

La donna, accortasi del malvivente a bordo, ha cercato di opporre resistenza rimanendo attaccata alla borsa ma l'uomo l'ha trascinata con la forza fuori dal mezzo

In foto: a sinistra, le ferite riportate dalla donna (foto: Facebook)

Domenica, poco prima delle 19, una 45enne padovana, era in attesa dell'arrivo della figlia in Stazione, a Padova.

STRATTONATA FUORI. La donna era in sosta con il furgone di fronte al Mac Donald quando un uomo è salito sul mezzo e le ha rubato la borsa. La 45enne ha tentato di opporre resistenza rimanendo aggrappata alla borsa ma il malvivente ha tirato con forza la tracolla spingendo fuori dall'abitacolo la sua vittima. Il malvivente si è quindi dileguato e la donna ha chiesto l'intervento delle forze dell'ordine. Dalla violenza subita, la 45enne ha riportato delle escoriazioni ma non ha voluto farsi refertare.

FACEBOOK. In seguito all'accaduto, la donna, conosicuta anche per essere supermamma di 14 figli, ha rivolto un post su Facebook al primo cittadino di Padova:

"Caro Sindaco Giordani le voglio raccontare della SUA città di Padova. Lei forse, ancora, non conosce Padova. Mi chiamo Alessandra, sono la mamma di 14 figli, nata e ho sempre vissuto qui. L'ho amata Padova...quando era una città viva e sana. Ieri pomeriggio alle 18,aspettavo le mie figlie davanti al piazzale stazione.
Ero parcheggiata, seduta al posto del conducente.
Ad un tratto è entrato un extracomunitario nel nostro pulmino, mentre un secondo personaggio faceva da palo.
Ho capito che voleva la mia borsa, riposta a terra, tra i sedili, vicino ai miei piedi.
Lui l'ha afferrata,ma anch'io l'ho afferrata con tutte le mie forze.
Mi ha trascinato fuori, per terra, picchiandomi.
E io la borsa l'ho tenuta ancora più stretta,come si tiene un bimbo.
E sa perché??
Perché questa borsa è un puzzle importante della mia vita, perché mi è stata regalata a un compleanno da persone speciali.
Perché dentro alla mia borsa ho i disegni dei miei bambini.
Perché quei pochi soldi che ho dentro, sono soldi nostri!
Perché la mia borsa è parte della mia vita.
Ho urlato con tutto il fiato che avevo, ma le posso assicurare che seppur ci fossero persone,nessuno è intervenuto.
Quando si sono allontanati, mi sono rialzata e ho cercato il mio telefono che io stessa avevo lanciato, per non farglielo prendere.
Ho chiamato la polizia, quando sono arrivati sono stati molto gentili, per carità, nulla da dire, ma oltre al documento di riconoscimento che avevo dato subito,e ra secondo lei il momento per chiedermi patente e libretto del mezzo??? Io stavo male, invece ho dovuto restare lì finché mandavano via i miei dati telematicamente! Complimenti!!!
Ho avuto bisogno delle cure del pronto soccorso, dove mi hanno riscontrato una contusione al bacino,ed escoriazioni varie al braccio destro e gamba sinistra,otto giorni di prognosi.
Io sono stata trascinata,picchiata nel tentativo di scippo e mi ritrovo con un ticket di 61,15 da pagare,credo che qualcosa non funzioni!!!!
Certo il dolore fisico passa,ma il dolore dell'anima???
I dolori dell'anima, sono dolori troppo grandi e non si cicatrizzano mai!!!
Glielo assicuro!!
#Delusanauseata
 

Alessandra e i suoi 14 figli (foto: Facebook)

Schermata 2017-08-15 alle 09.12.00-2

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Derubata mentre aspetta la figlia in Stazione: ladro sale in furgone e le ruba la borsa, lo sfogo su Facebook della super mamma

PadovaOggi è in caricamento