menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Usa carta carburante Croce Verde per fare pieni privati per 4mila euro

Un 42enne di Albignasego è accusato di avere impiegato a scopo personale la tessera che aveva in dotazione, in quanto autista dell'ente, per fare gasolio alle ambulanze. L'udienza preliminare il 14 aprile

Utilizzava la carta carburante della Croce Verde per fare il pieno alla sua auto. Nei guai è finito, come riporta Il Gazzettino di Padova, un 42enne di Albignasego, accusato di rifornimenti di gasolio non autorizzati per 4.170,11 euro.

L'INIZIO DELLE INDAGINI. La denuncia era scattata nel 2013, quando l'allora direttore della Pia opera aveva segnalato ai carabinieri della stazione di Prato della Valle un ingiustificato e sospetto aumento di consumi di carburante tra le ambulanze in dotazione dell'Ente in via Nazareth.

IL "TRUCCHETTO". L'autista 42enne, secondo l'accusa, ogni volta che entrava in servizio avrebbe provveduto a fare il pieno all'ambulanza, mentre qualcuno, un complice la cui identità non sarebbe ancora stata scoperta, con la stessa carta carburante, faceva gasolio pure sui mezzi privati del dipendente "infedele". I doppi pieni si verificavano, fatalità, sempre mentre l'operatore era impegnato alla guida di uno dei mezzi della Croce Verde, e avvenivano sempre uno dopo l'altro. Le ambulanze cambiavano, la tessera era invece sempre quella. 

IL PROCESSO. L'ente si costituirà parte civile all'udienza preliminare fissata per il prossimo 14 aprile. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento