menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dissotterrati cavi pompe consorzio di bonifica per rivenderne il rame

Il furto nei giorni dell'Epifania, ai danni dell'ente Adige-Euganeo, in un'area rurale a ridosso del fiume, tra i comuni di Castelbaldo e Masi, nella Bassa padovana. Il danno è stato stimato in 5mila euro

Pur di accaparrarsi dell'"oro rosso" da rivendere al mercato nero, i ladri sono arrivati a dissotterrare persino i cavi elettrici di alimentazione di alcune pompe irrigue del bacino di consorzio.

5MILA EURO DI BOTTINO. Il furto è stato messo a segno tra il 6 e il 7 gennaio scorso, in un'area rurale a ridosso del fiume, ai danni dell'ente Adige-Euganeo, tra i comuni di Castelbaldo e Masi. Rubati cavi, contenenti il "prezioso" rame, per un valore di circa 5mila euro. Sul caso indagano i carabinieri della compagnia di Este.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento