menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Studentessa derubata del cellulare: tunisino aiuta la polizia ad acciuffare il ladro

Due giovani laureande stavano attraversando via Tommaseo quando, all'altezza delle cucine popolari, si sono imbattutte in un gruppo di nordafricani. Uno di loro ha allungato la mano e ha sfilato il telefonino di una delle due ragazze senza che se ne accorgesse

Intorno alle 12.30 di lunedì due studentesse universitarie, una 22enne di Catania e una 23enne di Vicenza, stavano attraversando via Tommaseo, a Padova quando, davanti alle cucine popolari, un gruppo di nordafricani ha cercato di attirare la loro attenzione. Le ragazze non hanno dato retta e hanno proseguito dritte per la loro strada.

FURTO. Dopo qualche metro, Slim Dridi, un 27enne tunisino, ha avvicinato le ragazze facendo notare loro che erano state derubate. Una delle due giovani ha messo la mano in tasca e si è resa conto che il suo cellulare, un iPhone 6s del valore di mille euro, non c'era più.

DENUNCIATO. Le ragazze hanno quindi fermato una volante della polizia raccontando agli agenti l'accaduto. Grazie all'intervento del 27enne tunisino gli agenti sono riusciti a rintracciare il ladro di fronte all'hotel Grand Italia, in zona Stazione. Incensurato e regolare in Italia, il predone, un 32enne tunisino, è stato denunciato per furto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Superenalotto: vincite a Noventa Padovana e a Este

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento