Ragazzine nomadi bloccate in fuga dopo il furto: il negozio non sporgerà denuncia

Sono state riaffidate ai genitori le tre minorenni che martedì hanno rubato una borsetta in un negozio dell'Arcella. A recuperare il bottino è stato il direttore del punto vendita

Galleria San Carlo, sede del negozio Ovs dove si è consumato il furto

Hanno messo in atto un furto seguito da una precipitosa fuga per il quartiere, ma alla fine il direttore del negozio ha deciso di "graziarle". Non saranno quindi querelate le tre ragazzine protagoniste ieri di un movimentato intervento da parte della polizia.

Il colpo e la fuga

Sono da poco passate le 12 di martedì quando alla centrale operativa della questura arriva una chiamata dal negozio Ovs di galleria San Carlo. Tre ragazzine erano appena scappate in strada con una borsetta rubata dagli scaffali, inseguite dal direttore che le aveva viste scappare verso via Tiziano Aspetti. Una volante si precipita sul posto, mentre i colleghi si mettono alla ricerca delle ladre in fuga. Il responsabile del negozio ha poi spiegato di aver recuperato la borsa, del valore di 15 euro, abbandonata per strada. Nel frattempo le tre giovani sono state intercettate e bloccate in via Guido Reni ma, vista l'entità del bottino, il direttore ha deciso di non querelarle. Le ragazze sono state identificate in tre minorenni di origine nomade e, chiamati sul posto i genitori, sono state riaffidate alle famiglie.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Centrato in pieno da un'auto mentre attraversa a piedi l'autostrada: morte sulla A4

  • Prende a calci un bancomat, palpeggia una donna, si masturba dal panettiere: denunciato

  • "Situazione meteo in peggioramento, allerta arancione per Bacchiglione e Brenta”: l’aggiornamento

  • Fuoco ed esplosione in un'autorimessa: un quarantenne gravemente ferito, tangenziali bloccate

  • Tenta il suicidio con i gas di scarico dell'auto, salvato da un passante

  • Samira, possibile svolta: recuperato un cadavere di donna ad Albarella

Torna su
PadovaOggi è in caricamento