menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Camposampiero, rubavano tra i banchi del mercato: in manette tre bulgari

Una donna ha sottratto 600 euro ad un anziano con l'aiuto di due complici

Nella mattinata di mercoledì, giorno dell'affollato mercato di Camposampiero, è stato segnalato ad un agente della polizia locale un furto tra i banchi del mercato. Un anziano signore di Cittadella si era visto sfilare dal borsello una somma di 600 euro, senza che si accorgesse di nulla. L'anziano in compagnia della moglie se n'è reso conto solo al momento di pagare un acquisto.

L'ALLARME. Un operatore del mercato aveva però notato due giovani straniere che si erano allontanate furtivamente dalla piazza appena prima che il signore si accorgesse del furto dei soldi, e resosi conto di quanto successo si era messo immediatamente messo al loro inseguimento. La polizia locale intanto ha diramato l'allarme via radio ai vari agenti in servizio, tra cui anche una pattuglia appiedata del nucleo operativo sicurezza urbana, con la descrizione delle due giovani.

IL COMPLICE. Una di queste veniva così fermata da un agente in bicicletta vicino ai santuari antoniani, dove era stata già raggiunta anche dall'operatore del mercato che l'aveva riconosciuta. La ladra si trovava davanti così il poliziotto che non le ha permesso nessuna reazione, bloccandola all'istante. Alcuni testimoni riferivano la presenza, assieme alla giovane fermata, anche di un terzo uomo, che la aspettava in macchina.

L'ARRESTO. Sul posto venivano inviate altre pattuglie: durante la perlustrazione del parcheggio dei santuari gli agenti trovano un individuo che si nascondeva in una macchina con targa bulgara. Poco dopo anche la seconda giovane veniva bloccata mentre stava cercando di allontanarsi, avendo anche cambiato vestito nel tentativo di non farsi riconoscere.

I LADRI. In manette sono finiti così: S.G.N., cittadina bulgara di 25anni, in Italia senza fissa dimora, autrice materiale del furto; S.V.V., cittadina bulgara di 30 anni, in Italia senza fissa dimora, che aveva il ruolo di “palo”; P.P.Y., cittadino bulgaro di 56 anni, autista dalla banda. Dalle perquisizioni effettuate sui tre e sul veicolo, è stato ritrovato addosso all'uomo anche un coltello serramanico, con una lama di circa 10 cm.

I PRECEDENTI. Il pm di turno ha disposto l'arresto per furto in concorso di tutti i tre componenti della banda, ed il giudizio per direttissima per il giorno dopo. Dagli accertamenti fotodattiloscopici sono emersi più alias a carico dei tre, e diversi precedenti per analoghi reati.

IL BOTTINO. I tre sono stati trattenuti presso le camere di sicurezza della polizia locale di Padova. In seguito all'udienza direttissima, è stato convalidato l’arresto per le due bulgare mentre per l'uomo si procede solo per il porto abusivo di oggetto atto ad offendere. I tre hanno chiesto quindi di patteggiare la pena e sono stati rilasciati in attesa di giudizio. I soldi rubati sono stati riconsegnati al legittimo proprietario.

IL COMMENTO. Il Comandante Walter Marcato ha espresso grande soddisfazione per l'arresto dell'intera banda: “Grazie al pronto intervento dei nostri agenti, che presidiano tutte le settimane il mercato non solo per garantire la viabilità, ma anche per la sicurezza dei cittadini e degli ospiti che giungono numerosi, nonché per gli stessi operatori commerciali, siamo subito riusciti a bloccare la fuga dei tre. Molti sono stati i cittadini che ci hanno espresso la loro gratitudine per l'operazione effettuata”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Superenalotto: vincite a Noventa Padovana e a Este

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento