menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La refurtiva sequestrata

La refurtiva sequestrata

Gratta e vinci, tabacchi e migliaia di euro in monetine: due arresti per ricettazione

I carabinieri di Cittadella hanno rintracciato in un hotel di Villa del Conte l'autore di una rapina impropria commessa il 13 maggio. Nell'albergo, c'erano l'uomo, ora in fuga, e due complici, trovati in possesso della refurtiva sottratta ad una tabaccheria di Montebelluna il giorno prima

I carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Cittadella, durante la notte di giovedì, hanno stretto le manette ai polsi di due cittadini romeni ritenuti responsabili del reato di ricettazione, in concorso.

IL FURTO DEL 13 MAGGIO. I.I., 33 enne, e P.B., 28 enne, entrambi incensurati e senza fissa dimora in Italia, erano ospiti di un albergo di Villa del Conte assieme ad un connazionale, il 28enne N.B., già arrestato dagli stessi militari il 13 maggio scorso per rapina impropria: il giovane, assieme a due complici, aveva commesso un furto al bar "Orocolato" di Camposampiero ed era fuggito a bordo di un’auto rubata; i carabinieri, dopo un breve inseguimento, erano riusciti a bloccare il mezzo in fuga e, dopo una colluttazione, ad arrestare N.B.; i due complici, invece, erano riusciti a scappare.

CARABINIERI A VILLA DEL CONTE. Giovedì scorso, gli uomini dell'Arma, venuti a conoscenza della presenza di N.B. nell'hotel di Villa del Conte, vi si sono recati per provvedere alla notifica di un provvedimento di convalida di sequestro emesso dall’autorità giudiziaria patavina nei confronti dello straniero, e relativo ai fatti del 13 maggio. Nella struttura ricettiva si è recata una pattuglia del Nucleo operativo e radiomobile cittadellese, impegnata in un servizio per la prevenzione dei reati contro il patrimonio, ma appena i militari hanno fatto ingresso nella stanza, il romeno si è lanciato dalla finestra del primo piano con due borsoni, fuggendo nell’area agricola circostante.

GRATTA E VINCI, TABACCHI E 20MILA EURO. I carabinieri hanno bloccato le due persone che condividevano la camera con N.B. e chiesto i rinforzi per cercare il fuggitivo, che, nella concitazione del momento, aveva perso uno dei due borsoni, risultati contenere capi di abbigliamento, rotoli di "gratta e vinci" ancora sigilati, nonché molte monete da 2 euro. La successiva perquisizione nei confronti dei due compagni di stanza ha permesso di rinvenire, in loro possesso, numerosi biglietti "gratta e vinci", pacchetti di sigarette e monete per un valore complessivo di 20mila euro.

DUE ARRESTI E UN FUGGITIVO. Accompagnati i due stranieri in caserma, sono iniziate le indagini per stabilire la provenienza di quanto rinvenuto e, tramite un accertamento effettuato con il Consorzio nazionale della lotteria nazionale, è stato appurato che tutto il materiale era stato rubato, nella notte tra il 20 e il 21 giugno scorsi, all’interno della tabaccheria "Mazzini", nell’omonimo corso di Montebelluna (Treviso). I.I. e P.B. sono stati quindi arrestati in flagranza di reato per ricettazione e accompagnati, come disposto dal pubblico ministero di turno, alla casa circondariale di Padova. Le ricerche di N.B., denunciato in stato di libertà per lo stesso reato, hanno dato, al momento, esito negativo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Zaia: «Veneto rischia di tornare in zona arancione»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento