menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Furto in tabaccheria, ladro subito individuato e fermato grazie ai poliziotti di quartiere

Entrato con la scusa di comprare alcuni fogli, ha sfruttato un momento di distrazione della titolare, un'anziana settantenne, si è sporto al di là del bancone e ha afferrato più contante possibile. L'esercente ha notato il cassetto "alleggerito" e ha chiamato il 113

È durata poco più di due ore la “latitanza” di un italiano ventiduenne della provincia di Padova, che aveva pensato bene di impossessarsi dell’incasso di una tabaccheria del centro storico della città. I fatti si riferiscono a mercoledì pomeriggio.

FURTO. Il ragazzo è entrato nel negozio, di cui peraltro è cliente, con la scusa di comprare alcuni fogli protocollo ma, sfruttando un momento di distrazione della titolare, un’anziana settantenne, si è sporto al di là del bancone. Con mossa fulminea ha afferrato più contante possibile riposto nel cassetto e, facendo finta di nulla, ha ultimato l’acquisto.

113. Il furto sarebbe passato inosservato se la tabaccaia non avesse notato in terra una banconota da 50 euro e non avesse controllato immediatamente il cassetto, trovandolo “alleggerito” di 400 euro. La titolare del negozio non ha perso la calma e, dopo aver tentato di inseguire il ladro, nonostante l’età, ha chiamato il 113.

POLIZIOTTI QUARTIERE. Sul posto, oltre la Volante sono arrivati anche i poliziotti di quartiere che, grazie alla loro capillare conoscenza del territorio e al rapporto di collaborazione instaurato con i commercianti e residenti, mettendo insieme gli indizi e le confidenze raccolte, poco dopo sono riusciti a scoprire il nome e il numero di cellulare del ladro. Dopo averlo contattato telefonicamente, con uno stratagemma hanno fissato un appuntamento con lui, che, ignaro della trappola, si è presentato all’incontro.

RESTITUITO IL DENARO. Messo alle strette, il giovane non ha potuto che confessare il furto e restituire il denaro sottratto e nascosto nel bagagliaio della sua macchina. I soldi sono stati restituiti alla titolare della tabaccheria, grata agli agenti per essere tornata in possesso dell’ingente somma. Il ragazzo, B.A., è stato accompagnato in Questura e denunciato a piede libero per il reato di furto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cronaca

Il Sant'Antonio di Evyrein compare in centro

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento