menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Galan e la sua villa a Cinto Euganeo

Galan e la sua villa a Cinto Euganeo

Galan ferito in testa mentre fa giardinaggio nella villa di Cinto

L'infortunio sabato mentre stava potanto una pianta. L'ex governatore del Veneto, ristretto ai domiciliari per il caso Mose, è rimasto colpito da un grosso ramo. Sul posto l'elisoccorso che lo ha portato in ospedale

Un grosso ramo l'ha colpito alla testa, mentre stava facendo dei lavori di giardinaggio nella sua villa a Cinto Euganeo dove sta scontando gli arresti domiciliari per il caso Mose. Giancarlo Galan è stato soccorso sabato pomeriggio con l'elicottero del Suem 118 e portato all'ospedale di Padova per essere sottoposto alle analisi e cure del caso.

L'INFORTUNIO. L'ex governatore del Veneto ed ex ministro, ai domiciliari dopo aver patteggiato una pena di due anni e dieci mesi per la vicenda tangenti legata al caso Mose, stava potando gli alberi del suo giardino quando, nel tagliare un ramo, avrebbe innescato il movimento e il crollo di un albero a fianco che, abbattendosi al suolo, ha colpito alla testa il politico, finito dentro ad un fossato.

FRATTURA CRANICA. Sono stati i carabinieri, giunti alla villa per il controllo del rispetto della misura restrittiva, a trovarlo a terra, sanguinante ma cosciente. Su consiglio del 118, Galan - con il volto in superficie - è stato lasciato fermo fino all'arrivo dei sanitari, per questo, al momento del soccorso, presentava anche sintomi di ipotermia. L'ex governatore ha riportato una frattura cranica e una contusione epatica. Gli sono stati applicati alcuni punti di sutura al capo per una ferita lacero contusa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento