menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Gallana: "Ponti? Per anni nessuna manutenzione: ora investimenti superiori alle possibilità"

Il Comune di Este ha concluso e inviato al Ministero la relazione su tutti i ponti del territorio comunale, un check up su 28 ponti, 24 dei quali sono di competenza del Comune

Il Comune di Este ha concluso e inviato al Ministero la relazione su tutti i ponti del territorio comunale, un check up su 28 ponti, 24 dei quali sono di competenza del Comune. Due i casi critici (ponte del Sostegno e ponte della Girometta) mentre dei 5 ponti storici, quelli attorno al centro storico e risalenti al XVI secolo (Girometta, San Pietro, San Francesco, Porta Vecchia, delle Grazie) sono stati oggetto dell'ultimo intervento manutentivo addirittura nel lontano 1888.

"Serve un piano Marshall"

Gallana: "Gli esiti, per una mancata manutenzione ordinaria, sono preoccupanti e talmente onerosi da superare le nostre possibilità. Basti pensare che servirebbero oltre tre milioni e mezzo di euro solo per i ponti storici. Negligenza locale, unita all'usura per il volume del traffico, che non è certo quello del 1500, ci restituisce uno stato preoccupante in alcuni casi. Serve un piano Marshall per le opere pubbliche a livello nazionale – avverte Gallana - che non solo eviterà altre tragedie ma consentirà anche di far ripartire l'economia del nostro Paese dando lavoro a imprese e lavoratori. Per quanto riguarda la situazione delle nostre infrastrutture - commenta il sindaco - la più grave si riferisce al ponte di Sostegno, nel quale già da tempo la viabilità è consentita al solo traffico carraio (solo automobili) e limitato con appositi plinti. La chiusura comporta infatti disagi ai residenti e alle attività economiche della zona, creando congestione in molti casi in via Augustea. E' vulnerabile anche il ponte di via Martiri della Libertà: un ponte strategico per la città di Este che rappresenta l'unico collegamento nord-sud sul canale Bisatto. Serve una manutenzione e messa in sicurezza perché, in prospettiva, un problema su questo ponte porterebbe alla paralisi non solo di Este ma di tutta l'area a sud dei Colli".

Manutenzioni programmate periodiche

"La seconda criticità è il ponte della Girometta posto al termine di via Zanchi; anche qui la viabilità è limitata a soli cicli e pedoni. Ma sono tutti i ponti storici ad essere sorvegliati speciali - aggiunge il sindaco - Tutti ad arco in mattoni, sono stati edificati nel Rinascimento e pensati per carri trainati da animali e non certo per l'intenso flusso veicolare del XXI secolo. Sono opere delicate e che per questo richiederebbero manutenzioni programmate periodiche ed invece all'usura del tempo e alle nuove esigenze di mobilità, si aggiunge l'incuria di troppi anni".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento