Sversamento di gasolio nel Muson: rimosse le barriere, rientra l'allarme ambientale

I tecnici hanno asportato i tubolari assorbenti disposti attorno al ponte della Castagnara dopo il ribaltamento del camion che aveva riversato in acqua le sostanze inquinanti

Dopo cinque giorni sono state rimosse le le barriere assorbenti collocate lungo il Muson dei Sassi in seguito allo sversamento di gasolio nelle acque del canale causato dal ribaltamento di un'autocisterna a Castelfranco Veneto.

L'episodio

L'incidente di domenica scorsa aveva causato una perdita di sostanze oleose finite in acqua e arrivate fino al ponte della Castagnara. Sul posto erano intervenuti gli assessori all’ambiente Chiara Gallani e alla protezione civile Andrea Micalizzi del comune di Padova, l'assessore all'ambiente di Vigodarzere,i tecnici di Arpav, i volontari della protezione civile di Vigodarzere e Cadoneghe e le polizie locali dei comuni coinvolti. Il celere lavoro di squadra aveva permesso di arginare la macchia di gasolio e ora l'allarme è rientrato completamente.

La rimozione

Le barriere, formate da tubolari assorbenti, sono state piazzate a monte e a valle del ponte e oggi, dopo la rimozione, sono stati confezionati due "big bag", uno con i tubolari intrisi di materiale oleoso e uno con i rifiuti residui. Il liquido non assorbito è poi stato aspirato con un'autobotte apposita. Tutto il materiale inquinante è stato portato in un impianto di stoccaggio di AcegasApsAmga, dove resterà fino all'avvio dello smaltimento definitivo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Un'operazione rapida e sinergica

"Abbiamo tenuto costantemente monitorata la situazione - spiega l’assessore Chiara Gallani - con l'Arpav, i volontari della protezione civile di Vigodarzere, Cadoneghe e Padova e con i tecnici di Acegas-Aps Amga. L'attento controllo e l'azione immediata hanno permesso di intervenire efficacemente per la protezione dell'ambiente e dell'acqua e voglio ringraziare tutti i tecnici e i volontari che si sono attivati prontamente per il loro impegno, fondamentale per intercettare il liquido inquinante". Proseguono intanto le indagini per individuare i responsabili dello sversamento, curate anche dagli agenti della polizia locale di Padova in sinergia con le altre forze dell'ordine intervenute.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Zaia: «Siamo tornati da rischio basso a rischio elevato, lunedì inaspriamo le regole»

  • Coronavirus, l'aggiornamento di giornata su contagi e ricoveri a Padova e in Veneto

  • Coronavirus, l'aggiornamento di giornata su contagi e ricoveri a Padova e in Veneto

  • Live - Aumenta l'indice di contagiosità, botta e risposta Zaia-Crisanti

  • Live - Coronavirus, un nuovo decesso all'ospedale di Padova

  • Coronavirus, l'aggiornamento di giornata su contagi e ricoveri a Padova e in Veneto

Torna su
PadovaOggi è in caricamento