menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Lo striscione appeso da Lotta Studentesca

Lo striscione appeso da Lotta Studentesca

La replica a Lotta Studentesca "Nessun incontro gender al liceo Alvise Cornaro"

Arcigay Tralaltro Padova, la Rete degli studenti medi e Studenti Per-Udu, promotori, lo scorso dicembre, di un'iniziativa contro l'omofobia, rispondono alla dura condanna di LS

Lo scorso 22 dicembre, Arcigay Tralaltro Padova, la Rete degli studenti medi e Studenti Per-Udu Padova hanno incontrato gli studenti del liceo Cornaro dicembre per parlare di lotta all’omofobia e agli stereotipi di genere. Nelle scorse ore, la sezione padovana di Lotta Sudentesca è intervenuta condannando duramente l'iniziativa. Immediata la replica degli organizzatori dell'incontro.

Non esiste nulla di  sbagliato nel fare incontri nelle scuole in cui si evidenziano e si accolgono positivamente le differenze tra ogni individuo. L’assemblea del 22 dicembre, come ribadito dal dirigente scolastico, era stata richiesta dagli studenti mediante raccolta firme e approvata dall’intero Comitato studentesco. Nessuno quindi è tenuto a giustificarsi e si è agito nel pieno rispetto delle istituzioni e dei regolamenti. 

Definiamo inaccettabile e folle considerare criminale il coming out. Dichiarare la propria omosessualità o la propria bisessualità è il primo passo per una vita serena. Criminalizzare questo semplice gesto significa criminalizzare l’omosessualità, come nei peggiori totalitarismi. Noi non abbiamo nessun timore nel parlare delle nostre identità e soprattutto non ci sentiamo minimamente intimoriti dalle contestazioni. Semmai ci sentiamo di esprimere la nostra piena solidarietà ai rappresentanti degli studenti del liceo Cornaro, le reali vittime di questa inaccettabile intimidazione.

Noi studenti apprendiamo con sgomento che una giovanile di partito dichiaratamente e fieramente neofascista ha attaccato nella notte di uno striscione inneggiante a una presunta propaganda gender. Vogliamo inanzi tutto precisare che l’ideologia gender non esiste. È ora di dire no all’odio e alla xenofobia attraverso tutti i canali di comunicazione: l’omosessualità non è una malattia e la teoria gender non esiste.

Odio e discriminazione non devono essere tollerati nella nostra società. La diversità non solo deve essere accettata, ma valorizzata, a partire proprio dalla scuola; religione, sesso, orientamento sessuale non possono essere in alcun modo un fattore discriminante. Gli studenti del Cornaro hanno sentito la necessità di confrontarsi su un tema come questo e noi abbiamo dato loro questa opportunità.

Arcigay Tralaltro Padova
Rete degli Studenti Medi
Studenti Per-Unione degli Universitari

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento