menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Gender, "libertà d'espressione" L'ateneo apre le porte alla Marzano

Il rettore Rosario Rizzuto ha offerto un'aula dell'università di Padova per la presentazione del libro "cassato" dal Comune: "'Universa Universis Patavina Libertas', nessuna valutazione politica o di opportunità"

L'università di Padova e il suo rettore, Rosario Rizzuto, aprono le porte a Michela Marzano, deputata Pd, scrittrice e filosofa, che, sabato pomeriggio, potrà presentare il suo libro "Papà, mamma e gender" in un'aula dell'ateneo. Fedele alla linea politica della sua amministrazione, votata a contrastare la diffusione della teoria del gender, il sindaco di Padova Massimo Bitonci ha, infatti, negato la sala comunale, richiesta per l'occasione dall'autrice e dal circolo Tralaltro Arcigay, così come l'aveva negata, nelle scorse settimane, alla libreria per ragazzi Pel di Carota.

IL RETTORE. "Nel solco di una tradizione di massima apertura alla libertà di espressione lunga ormai quasi otto secoli - ha dichiarato il rettore - abbiamo contattato la professoressa Michela Marzano, stimata collega che insegna filosofia nell’università Descartes di Parigi, offrendo uno spazio dell’università di Padova per la conferenza, che si terrà, quindi, come previsto, sabato prossimo in un aula dell’ateneo. Nella mia decisione - precisa Rizzuto - non c’è nessuna valutazione politica o di opportunità. C’è soltanto il forte richiamo a quella 'Universa Universis Patavina Libertas' che è il nostro motto. Tutta intera, per tutti, la libertà nel nostro ateneo: non solo parole, ma una missione che quotidianamente ci sforziamo di trasformare in fatti concreti".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento