menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Gioco d'azzardo, finanziato progetto padovano contro la dipendenza

La giunta regionale ha approvato 50mila euro di contributo per la proposta della comunità terapeutica San Francesco di Monselice di sensibilizzazione, formazione, ascolto e presa in carico dei problemi nel territorio dell'Ulss 17

Dipendenza da gioco d’azzardo, il proliferare di videopoker nei locali più comuni come i bar e delle cosiddette "sale slot" e mini-casinò in tutta Italia e anche nella provincia di Padova non aiuta ad arginare un fenomeno sempre più diffuso quanto preoccupante, capace di dilapidare interi stipendi e sfasciare famiglie al completo. La Regione ha quindi deciso di correre ai ripari.

UN PROGETTO PADOVANO. La giunta, su indicazione dell’assessore ai Servizi sociali Remo Sernagiotto, ha approvato il finanziamento di 50mila euro destinato al progetto “Scommetti su te stesso”, proposto dalla comunità terapeutica San Francesco di Monselice. Il progetto avrà durata di due anni e sarà di prevenzione, sensibilizzazione, formazione, ascolto e presa in carico dei problemi che riguardano il gioco d’azzardo nel territorio della Bassa padovana dell'Ulss 17.

I DATI VENETI. “Il gioco d’azzardo – riferisce Sernagiotto -  è un fenomeno in costante crescita che, si stima, interessi circa 250 mila veneti tra i 15 e i 64 anni giocatori a rischio moderato-grave e di questi 24 mila giovani; i servizi per le dipendenze del Veneto nel 2011 ne hanno intercettati e presi in carico 765  di cui 637 maschi e 128 femmine".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cronaca

Il Sant'Antonio di Evyrein compare in centro

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento