menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Giorgia Bernadele (foto Facebook)

Giorgia Bernadele (foto Facebook)

Dottoranda padovana in Russia trovata morta nel dormitorio dell'università di Mosca

Il corpo senza vita di Giorgia Bernadele è stato trovato dalla polizia nella sua stanza. Le circostanze del decesso sono ancora tutte da chiarire. La famiglia è partita per la capitale russa

Tragedia a Mosca, dove una dottoranda al Dipartimento di studi linguistici e letterari dell'Università di Padova che, per motivi di studio e di ricerca, si trovava nella capitale russa, è stata trovata morta, tre giorni dopo la data del decesso, nella sua stanza, all'interno del dormitorio dell'Università statale per gli studi umanistici (RGGU). La vittima è Giorgia Bernadele, 25 anni, residente a Sarcedo, in provincia di Vicenza, ex studentessa della Scuola Galileiana di Studi Superiori, laureata in Lettere e Filologia moderna e attualmente impegnata in un dottorato in Scienze linguistiche, filologiche e letterarie.

DOTTORANDA MORTA IN RUSSIA. Le circostanze del decesso sono ancora tutte da chiarire. Secondo quanto riferito dall'ambasciata italiana a Mosca, è stata la polizia russa, in seguito ad una segnalazione, a trovare il corpo senza vita della giovane, dopo avere sfondato la porta della sua camera, che era chiusa a chiave: "Il consolato è in stretto contatto sia con i genitori della ragazza, attesi a breve a Mosca, che con le autorità russe, le quali stanno accertando le cause del decesso, che sembrano essere naturali". La famiglia sta partendo in queste ore per raggiungere la salma della figlia. 

UNA STUDENTESSA MODELLO. Giorgia era una studentessa modello. Dopo la laurea - era stata anche un'alunna della Scuola Galileiana di Padova - aveva deciso di proseguire nell'ambito della ricerca, iniziando il dottorato - diretto dalla professoressa Annalisa Oboe - in Scienze linguistiche, filologiche e letterarie. Si stava occupando di letteratura folclorica rumena comparata con quella slava orientale.

I COLLEGHI A PADOVA. "Si trovava a Mosca da circa un anno e sarebbe tornata i primi di novembre - commenta la triste notizia Michele Cortellazzo, professore ordinario di Linguistica italiana nel dipartimento di Studi linguistici e letterari e direttore della Scuola Galileiana di Studi Superiori dell'Università di Padova - i colleghi che la conoscevano in dipartimento mi hanno riferito che aveva un russo fluente e un rumeno ineccepibile".

I COLLEGHI IN RUSSIA. Apprezzamento condiviso anche dai colleghi russi della dottoranda, che, nelle ultime ore, hanno sfogato su Facebook lo sgomento per una notizia tanto grave e inaspettata: "È successo l'impossibile - ha scritto Aleksandra Arkhipova, che insegna alla RGGU - è morta la nostra meravigliosa Giorgia Bernardele. Brillante, interessante, di talento. Dicono sia morta nel sonno. Non so altro, ma mentre scrivo accora non ci credo".

IL RETTORE RIZZUTO. Così ha commentato il rettore dell'università di Padova, Rosario Rizzuto: "La notizia arrivata da Mosca della scomparsa di Giorgia Bernardele, giovane studentessa e dottoranda del nostro Ateneo, lascia nel dolore l’intera comunità dell’università di Padova. A nome mio e di tutto l’Ateneo, porgo le condoglianze alla famiglia e agli amici di Giorgia".
«

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento