menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Subisce due interventi al pene per errore: chirurgo accusato di lesioni colpose

Dopo la querela sporta dal legale del ragazzo, un 17enne della Bassa Padovana, il sostituto procuratore Benedetto Roberti, titolare delle indagini, ha chiuso il fascicolo

Un diciasettenne della Bassa Padovana era stato operato due volte al pene ma il secondo intervento non era previsto. Il giovane si era avvalso di un legale e aveva sporto querela per lesioni personali nei confronti dell'equipe dell'ospedale di Schiavonia che l'ha operato. Ora, come riportato dai quotidiani locali, il sostituto procuratore Benedetto Roberti, titolare delle indagini, ha chiuso il fascicolo: nel registro degli indagati è finita un chirurgo donna di 35 anni accusata di lesioni personali colpose.

CISTE. Il giovane si era sottoposto ad una visita urologica all'Ulss 17 di Este per una ciste sul dorso del pene. Il medico che l'aveva visitato aveva deciso per l'asportazione e così, a marzo, il giovane si era presentato all'ospedale di Schiavonia per un intervento in day surgery. Dopo un'ora e mezza il ragazzo sarebbe uscito dalla sala operatoria credendo che tutto fosse andato per il meglio ma una dottoressa gli avrebbe comunicato che erroneamente era stata una frenuloplastica mentre la ciste non era stata toccata.

QUERELA. Il minorenne sarebbe quindi stato riportato in sala operatoria per un secondo intervento, l'asportazione della ciste per la quale si era rivolto alla struttura ospedaliera. A fronte dell'accaduto, il giovane avrebbe si era avvalso di un legale e aveva portato in un un'aula di tribunale il fatto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento