Giovanissimi scoperti al parco con la marijuana: denunciati entrambi

I due sono stati sorpresi in area verde di Curtarolo dagli agenti della polizia locale: con sé avevano un grinder e un bilancino di precisione. I genitori erano ignari di tutto

Forte della recente convenzione con la Federazione dei Comuni del Camposampierese, la Polizia Locale a Curtarolo ha iniziato a organizzare alcuni servizi finalizzati alla prevenzione e al contrasto dell’uso e dello spaccio di sostanze stupefacenti, in particolare nei parchi pubblici locali. 

Minorenni

All’interno di uno di questi, i giardini in via Carlo Alberto dalla Chiesa a Pieve di Curtarolo, dove l’amministrazione comunale aveva segnalato agli agenti delle frequentazioni sospette, sono stati trovati due giovanissimi, 15 e 16 anni. All’arrivo dell’auto di servizio, uno dei due si dava alla fuga abbandonando però uno zainetto dove gli agenti trovavano oltre 2 grammi di marijuana, un bilancino di precisione ed un così detto grinder, un attrezzo utilizzato per sminuzzare la marijuana per essere poi mescolata con il tabacco nella preparazione degli spinelli. Altri due grammi sono stati trovati in possesso dell’altro giovane fermato. La pattuglia iniziava le ricerche del fuggitivo, il quale veniva fermato poco lontano. Alle domande su dove si fossero procurato lo stupefacente, i due ragazzi prima negavano ogni addebito, affermando che ignoti avrebbero messo la marijuana nello zainetto a loro insaputa, versione ben poco credibile. Poi ammettevano di fare uso saltuario di sostanze stupefacenti, ma non hanno voluto dire agli agenti dove avessero acquistato la marijuana. I due sono stati così accompagnati in Comando a Camposampiero, dove la droga è stata analizzata risultando positiva al test per la cannabis.

Genitori ignari

A questo punto gli agenti hanno chiamato i genitori dei due giovani, i quali erano ignari che i figli facessero uso di droghe, e hanno contestato la violazione dell’art. 75 del Testo Unico sugli Stupefacenti che punisce il consumo di droga per uso personale. I due minori, uno di Pieve di Curtarolo e l’altro di Piazzola sul Brenta, alla fine sono trovati in possesso in totale di oltre gr. 4 di sostanza stupefacente del tipo marijuana e sono stati anche segnalati alla Prefettura di Padova quali assuntori. Lo stupefacente è stato posto in sequestro e verrà distrutto. «È già da tempo che il parco è sotto osservazione, anche sulla base delle segnalazioni che ho ricevuto dai miei cittadini- afferma il sindaco Martina Rocchio- Sono molto soddisfatta della convenzione strutturata firmata pochi giorni fa tra il comune di Curtarolo e la FCC, in quanto sta già dando ottimi risultati. Come sempre ho ritenuto, un maggior controllo del territorio garantisce più sicurezza per tutti. Tale operazione è stata possibile sia grazie alle capacità del nostro agente in forza sul territorio che all'organizzazione del servizio e della struttura a disposizione, che ha poi permesso l’analisi immediata dello stupefacente con il narcotest e la redazione di tutti gli atti necessari. Dispiace che giovani ragazzi si rovinino la vita in questo modo, continua il sindaco Rocchio, per questo continueremo e intensificheremo i controlli e la prevenzione»

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Manifestazione #IoApro: l'elenco di bar e i ristoranti che aderiscono all'iniziativa

  • Andrea Pennacchi: «So taca na machina, ma respiro. Grazie a tutti i medici, sono in buonissime mani»

  • La pasticceria Le Sablon fa servizio al tavolo per #ioapro: prese le generalità a clienti e titolare

  • Famiglia si sbronza per "dimenticare" il parente morto: 17enne sviene, i genitori sfondano la porta del pronto soccorso per farlo curare

  • Solesino: primo comune italiano a dotarsi di un'Alfa Romeo Stelvio per la polizia locale

  • Fermati dalla polizia mentre acquistano cocaina. L'amara sorpresa, sono due agenti

Torna su
PadovaOggi è in caricamento