rotate-mobile
Cronaca San Giorgio delle Pertiche

Sotto effetto di psicofarmaci: l'investitrice non poteva guidare

Secondo quando stabilito dal medico legale, la donna che il 31 maggio scorso ha investito Giulia Spinello non poteva mettersi alla guida perché affetta da disturbi depressivi e in cura con farmaci appositi

L'investitrice non poteva guidare perché affetta da disturbi depressivi e sotto l’effetto di psicofarmaci: è quanto stabilito dal medico legale in merito alle condizioni di salute della 63enne che lo scorso 31 maggio ha travolto e ucciso la studentessa 21enne Giulia Spinello.

I FUNERALI: CHIESA GREMITA

GLI ESAMI. Secondo quanto si legge sui quotidiani locali, infatti, la donna era in cura perché affetta dalla patologia cronica curata appunto con i farmaci specifici antidepressivi e neurolettici: un mix di concause che assolutamente rendevano la 63enne non idonea a mettersi al volante.

DICHIARATO IL FALSO. Ad aggravare ulteriormente la sua posizione, infine, le false dichiarazioni rilasciate al momento del rinnovo della patente nel 2012: la donna, infatti, ha omesso di dichiarare la malattia e l’assunzione degli psicofamaci.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sotto effetto di psicofarmaci: l'investitrice non poteva guidare

PadovaOggi è in caricamento