rotate-mobile
Cronaca

Salvo Riina non andrà a trovare il padre Totò morente, prorogata la libertà vigilata

Il figlio del boss mafioso, considerato ancora socialmente pericoloso, resterà in regime di sorveglianza speciale fino ad ottobre

"E' ancora socialmente pericoloso". Con queste motivazioni, il tribunale di Sorveglianza di Padova lo scorso 29 marzo ha respinto l’appello di Riina junior che chiedeva la sospensione della proroga di quattro mesi della sorveglianza speciale.


LA QUESTIONE. Il figlio del "capo dei capi" aveva fatto richiesta di lasciare la città del Santo per raggiungere Corleone, domande respinte proprio perchè, nonostante la nuova vita di dipendente di una cooperativa padovana, il figlio del "boss" è ritenuto ancora pericoloso. In questi giorni, invece, nessuna possibilità di incontro con il padre Totò Riina, ormai piantonato a Parma in condizioni disperate. I due si erano visti nei mesi scorsi dopo 14 anni dal loro ultimo incontro. Riina junior resterà, dunque, a Padova ancora almeno fino ad ottobre.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salvo Riina non andrà a trovare il padre Totò morente, prorogata la libertà vigilata

PadovaOggi è in caricamento