Cronaca

Indagata per finanziamento illecito a parlamentare Giustina Destro

Si tratta del filone padovano dell'inchiesta sul porto turistico di Imperia. All'ex sindaco di Padova sono contestate fatture pagate da società che fanno riferimento all'imprenditore romano Caltagirone

Giustina Destro

Fatture "sospette" per un totale di 450mila euro emesse dal 2006 al 2011 dall'ex sindaco di Padova ed ex deputato Giustina Mistrello in Destro alle società di Caltagirone per "prestazione professionale per studi di fattibilità per investimenti immobiliari nel Nordest" e "opportunità di business nel settore portuario di Trieste".

"FINANZIAMENTO ILLECITO A PARLAMENTARE". Chiuse le indagini coordinate dal pm euganeo Maria D'Arpa nell'ambito dell'inchiesta sul porto turistico di Imperia, da cui è stato aperto un “filone” padovano. Sulla base degli elementi raccolti dalla Guardia di Finanza, Giustina Destro, come riporta Il Mattino di Padova, sarebbe ora indagata per "finanziamento illecito a parlamentare".

DESTRO INDAGATA PER CORRUZIONE. Nel maggio dello scorso anno, la Finanza aveva eseguito una perquisizione a Roma nella sede di società che fanno riferimento all'imprenditore romano Francesco Bellavista Caltagirone, coinvolto nel progetto faraonico. Nel mirino delle fiamme gialle erano finite delle fatture "sospette" per un totale di 450mila euro. L'ipotesi, secondo l'accusa e in base alle intercettazioni telefoniche condotte tra il 2010 e il 2011, è che l'imprenditore romano avrebbe chiesto alla Destro di intercedere per poter incontrare Antonio Manganelli, allora capo della polizia e scomparso qualche tempo fa, per ottenere informazioni sull'inchiesta in corso sul porto di Imperia.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Indagata per finanziamento illecito a parlamentare Giustina Destro

PadovaOggi è in caricamento