rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
Cronaca

Golosaria, le eccellenze venete in vetrina: presenti anche gli agrichef di Coldiretti

Da venerdì a domenica, alla Fiera di Padova, Regione e Veneto Agricoltura metteranno in vetrina il top dell'agroalimentare regionale: i prodotti a marchio, quelli col bollino "QV" e i formaggi di Caseus Veneti. In primo anche la biodiversità dell'agricoltura padovan

La kermesse dedicata alle eccellenze enogastronomiche ideato dal giornalista Paolo Massobrio, torna per il secondo anno consecutivo in Veneto, e rappresenta una delle principali vetrine del Nord Est dedicate al cibo e al vino di qualità e alle nuove tendenze enogastronomiche in atto. L’inaugurazione è prevista per le ore 17.15 di venerdì, mentre poco dopo (ore 18) è prevista la presentazione dell’edizione 2017 di Caseus Veneti annunciata per il prossimo mese di ottobre.

ECCELLENZE. Nei tre giorni di apertura, operatori e gourmet proporranno ai visitatori degustazioni e assaggi dei prodotti tipici e di qualità del nostro territorio. In particolare nello stand regionale saranno presenti i formaggi proposti da Caseus Veneti, l’Aglio Bianco Polesano Dop, i prodotti del marchio veneto QV (Qualità Verificata), tra i quali quelli rappresentati da Unicarve e Patata Ruggero.

COLDIRETTI. I visitatori potranno entrare in contatto con il genio e l’estro dei produttori veneti, autentici artigiani-imprenditori alla costante ricerca della massima qualità da imprimere ai loro prodotti attraverso l’innovazione, che mai però tradisce la tradizione e le antiche radici legate al territorio. In primo piano anche la biodiversità dell’agricoltura padovana con Coldiretti Padova.

PROGETTI. Coldiretti Padova partecipa attivamente schierando da venerdì a sabato i produttori, gli agrichef e gli imprenditori impegnati in nuovi e ambiziosi progetti. A partire dalla rete d’impresa “Intreccio”, il patto di filiera unico nel suo genere che mette insieme agricoltori e imprese di trasformazione per la produzione di pasta fresca, grissini, panificati e pane. Protagonisti il grano Timilia riscoperto da Alberto Zambon, giovane agricoltore di Vighizzolo, il grissinificio artigianale Crifill, il Pastificio Artusi di Casalserugo, il Consorzio Agrario del Nordest, l’olio extravergine d’oliva veneto. Da chi ha messo la materia prima a chi si è adoperato alla trasformazione, il tutto con il coordinamento di Coldiretti Padova che ha costruito l’inedita rete d’impresa. Da questa innovativa partnership fra agricoltori e aziende debutta sul mercato un prodotto originale che premia le tipicità e le potenzialità del territorio. 

TIPICITÀ. Non mancheranno le alte tipicità padovane come il pollo latte e miele, la gallina padovana, il prosciutto Berico Euganeo Dop, gli ortaggi di Terre Euganee, il vino Doc, l’olio extravergine d’oliva dei Colli Euganei, l’originale e delicatissimo aceto di rose firmato da Corinne Verdi, giovanissima studentessa appassionata di agricoltura, oltre alla birra artigianale, alla farina “un chilo due passi” del Consorzio Agrario del Nordest, e a molte altre specialità.

COOKING SHOW. Primo appuntamento con i sapori padovani il cooking show con gli agrichef di Coldiretti Terranostra Padova il giorno dell’inaugurazione, venerdì alle 20. I piatti della tradizione contadina saranno proposti dai giovani “agrichef” selezionati da Coldiretti attraverso il corso regionale promosso con l’associazione agrituristica “Terranostra” e capitanati da Giuliano Ravazzolo, presidente provinciale di Terranostra Padova e titolare dell'Agriturismo La Scacchiera di Padova, che presenterà anche l’antica ricetta rinascimentale della “gallina alla canevera”. Tra le giovani promesse che passeranno dai fornelli degli agriturismi a quelli di Golosaria interpretando la stagionalità e la tipicità della produzione agroalimentare padovana ci sarà il neo diplomato agrichef Manuel Innocenti, dell'agriturismo Al Caliero di Villa del Conte. Ad Alessandra Sartori il compito di presentare il cooking show.

INTRECCIO. Sabato alle 20 spazio invece alle degustazioni dei prodotti panificabili della linea “Intreccio” abbinati al Prosciutto Berico Euganeo Dop. “Dove si valorizza la distintività della produzione agricola, il forte legame con il territorio e con l’agricoltura Coldiretti è presente - afferma il presidente di Coldiretti Padova Federico Miotto - perché è con il frutto del nostro lavoro quotidiano che offriamo la migliore risposta all’invasione di prodotti anonimi e globalizzati, che soffocano la biodiversità e minacciano anche l’ambiente. Un ringraziamento va ai tanti imprenditori che con passione e tenacia portano sulle nostre tavole gusti e sapori genuini e sani. Sono il futuro della nostra agricoltura”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Golosaria, le eccellenze venete in vetrina: presenti anche gli agrichef di Coldiretti

PadovaOggi è in caricamento