Gra: cinture verdi per la sicurezza idraulica dell'asse ovest

La proposta è della consigliera provinciale Bianca Beghin, discussa oggi in Commissione consiliare. Assieme all'opera del grande raccordo anulare previsto per sgravare il traffico nelle frazioni di Selvazzano, potrebbero essere realizzati invasi e laghetti: un nuovo polmone verde per Padova

Delle cinture verdi, o “green belts” come già largamente in uso nel Regno Unito o anche in Germania, per coniugare un'opera importante come il Gra (Grande raccordo anulare) alla salvaguardia idraulica del territorio.

La proposta è della consigliera provinciale Bianca Beghin e verrà discussa oggi in Quarta commissione consiliare su opere pubbliche, edilizia e viabilità, presieduta da Domenico Menorello.
 
Il Gra, opera viaria che servirà a sgravare alcune frazioni di Selvazzano Dentro come Tencarola, San Domenico e Feriole dall'imponente traffico di attraversamento quotidiano, dovrebbe inoltre, secondo la consigliera Beghin, essere mitigato tramite la realizzazione di fasce di rispetto, da farsi contestualmente alle opere di scavo già previste per la nuova arteria.
 
“È possibile prevedere, lungo l’asse ovest del tracciato, un corridoio leggermente depresso – spiega la consigliera - che costituisca un polmone verde attorno all’area urbana, con invasi e laghetti permanenti da allagarsi totalmente in occasione di emergenza idraulica, così da salvaguardare le aree circostanti già colpite gravemente dalla recente alluvione da piene o allagamenti. L’area urbana si doterebbe, grazie al Gra, anche di un grande nuovo parco che migliorerebbe la qualità della vita dei cittadini”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cani e proprietari: emergenza Coronavirus, come comportarsi col proprio animale

  • Michele, con la famiglia in isolamento per senso di comunità

  • Live - Coronavirus: morto Adriano Trevisan, altri 9 casi accertati a Vo'. Università chiuse

  • LIVE - Emergenza Coronavirus: nuovi casi in provincia, negativo il tampone del presunto "paziente zero". Scuole, università, uffici chiusi

  • Coronavirus, c'è un contagiato a Vigodarzere. É uno degli infettati a Dolo

  • Coronavirus: primi due casi sospetti nel Padovano, l’ospedale di Schiavonia verrà svuotato

Torna su
PadovaOggi è in caricamento