menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bassanello, studentessa musulmana insultata e aggredita perché porta il velo

L'episodio di razzismo si è verificato ieri sera al Bassanello. Una donna ha insultato la 22enne Hind Talibi, figlia del responsabile della comunità islamica di via Anelli, e ha cercato di strapparle il copricapo islamico. La giovane ha sporto denuncia in questura

Stava rientrando a casa in bicicletta dopo una lezione all’università, dove studia Relazioni internazionali e diritti umani, quando è stata pesantemente apostrofata da una cinquantenne padovana che ha tentato di strapparle il velo. Hind Talibi è il nome della giovane vittima di questo atto di razzismo accaduto ieri sera in via Santa Maria Assunta, al Bassanello. Una ragazza ventiduenne di origini marocchine operatrice dell’Anolf, l’associazione della Cisl che fornisce aiuto ed assistenza agli immigrati. Suo padre è Ahmed Talibi, il responsabile della comunità islamica di via Anelli.

La ragazza ha inizialmente cercato di spiegare le ragioni della sua scelta di indossare il velo. Poi, spaventata dall'escalation di aggressività della donna, è risalita in sella ed ha velocemente ripreso la strada di casa. Consigliata dal padre, presidente dell’associazione Rahma che gestisce la moschea padovana di via Anelli, si è decisa a sporgere denuncia in questura. “Sono stata aggredita con una cattiveria ed un odio senza precedenti – dichiara - Non avevo mai visto prima quella donna. Ho provato a spiegarle che il velo è parte della mia identità. E lo indosso proprio perché mi sento libera di farlo”.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Zaia: «Veneto rischia di tornare in zona arancione»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento