rotate-mobile
Domenica, 16 Giugno 2024
Cronaca

Huseyin approda alle Porte Contarine: Padova accoglie il nuovo Antenore

Si è felicemente conclusa, ieri pomeriggio, l'impresa del fotografo e viaggiatore turco che ha ripercorso il tragitto del leggendario fondatore della città in un viaggio di 3.500 mila chilometri, compiuto in quattro mesi in barca a remi

Impresa riuscita per Huseyin Urkmez, il fotografo e viaggiatore turco partito il 1 luglio scorso da Kalamis, la parte asiatica di Istanbul in un percorso a ritroso per celebrare la guerra di Troia e i suoi eroi. Al suo arrivo, ieri pomeriggio, nella città fondata dal mitico comandante della tribù Enet, c’erano ad attenderlo amici e sostenitori.

L'IMPRESA: DA ISTANBUL A PADOVA IN BARCA A REMI

L’ACCOGLIENZA. Ad accogliere Urkmez giunto alle Porte Contarine a bordo della barca che porta il nome di Antenore era presente anche l’assessore provinciale alla cultura e identità veneta Leandro Comacchio, che ha ricordato come questa impresa rafforzi “l’amicizia con il popolo turco con cui la Provincia di Padova ha avviato da tempo diversi progetti culturali”. Tra questi il progetto “Paflagonia”, che nel 2001 ha visto un gruppo di padovani compiere il viaggio fa Fontaniva a Bartin in bicicletta, visita che il viaggiatore turco ha voluto ricambiare con la sua impresa. E infatti all’arrivo di Urkmez non potevano mancare Ugo Silvello, lo storico che guidò la delegazione di allora, l’assessore alla cultura di Fontaniva Ernesto Spessato e l’associazione “Amissi del Piovego”.

L’APPUNTAMENTO. A celebrare ufficialmente la buona riuscita dell’originale iniziativa, lunedì 5 novembre alle 12, la presidente del Consiglio provinciale Luisa Serato incontrerà il viaggiatore turco in piazza Antenore, di fronte alla tomba che porta il nome del grande fondatore.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Huseyin approda alle Porte Contarine: Padova accoglie il nuovo Antenore

PadovaOggi è in caricamento