menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Protestano anche trasportatori Ilva di Legnaro: fornitore chiuso dentro

Fatture non pagate da maggio 2014. L'agitazione arriva fino ai cancelli della sede padovana di via Fermi, dove tre autotrasportatori hanno bloccato l'uscita ad un lavoratore di Maserà in arrivo con un carico

Tre autotreni piazzati di traverso davanti al cancello carraio dell'Ilva di Legnaro. È la protesta di tre autotrasportatori padovani, che, da venerdì mattina alle 6, stanno manifestando davanti alla sede dell'azienda in via Fermi. Lo sciopero andrà avanti fino a martedì, data in cui è previsto l'incontro tra i sindacati e il ministro dello Sviluppo economico, Federica Guidi, per l'apertura della procedura di cassa integrazione.

L'AGITAZIONE. È da maggio 2014 che l'azienda non salda le fatture ai trasportatori veneti, che comunque pagano l'Iva e l'Irpef su un reddito non percepito. La preoccupazione è tanta, e il timore è che l'amministrazione straordinaria non garantisca loro sicurezza né sui crediti avanzati nei confronti della ditta, né sul futuro professionale dei manifestanti. Per questo, l'agitazione dell'indotto di Ilva si è estesa anche ai lavoratori del sito padovano.

IL CAMIONISTA CHIUSO DENTRO. A Legnaro, i tre camion sono stati parcheggiati proprio davanti all'ingresso allo stabilimento. Alle 11 di giovedì mattina, un camionista di Maserà con un carico da consegnare all'Ilva è stato fatto entrare, ma gli è stata sbarrata l'uscita. A chi protesta, infatti, non interessa bloccare il lavoro dell'azienda, che altrimenti non produrrebbe reddito, quanto piuttosto creare un contenuto disagio fino all'incontro con il Ministero, previsto appunto per martedì.

L'INTERVENTO DEI CARABINIERI. Il fornitore ha potuto quindi portare la merce nella ditta, ma, al momento di fare rientro, i tre autotrasportatori gli hanno bloccato la strada. Tant'è che sul posto è stato necessario l'intervento dei carabinieri della stazione di Legnaro, che hanno convinto i protestanti a spostare i tir e sgomberare il cancello.

IL SINDACO DI LEGNARO. La situazione ha indotto il sindaco di Legnaro, Giovanni Bettini, a mobilitarsi, convocando un incontro per lunedì, in cui verrà fissata la data per un tavolo tecnico con i rappresentanti dei lavoratori.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cura della persona

Come fare una manicure semipermanente in casa senza l’uso della lampada

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento