Cronaca

La nebbia "imprigiona" la laguna Non si vede nulla:padovani dispersi

Alle 20 di lunedì sera, quando la visibilità si è ridotta al lumicino per la fitta foschia e per l'oscurità, è scattato l'allarme per il mancato ritorno alla "base" di una piccola imbarcazione con a bordo una coppia

La nebbia, lunedì, ha messo in seria difficoltà la navigazione nel Veneziano. Alle 20, quando la visibilità si è ridotta al lumicino per la fitta foschia e per l'oscurità, è, infatti, scattato l'allarme per il mancato ritorno alla "base" di una piccola imbarcazione - con a bordo una donna 41enne di Piombino Dese e un uomo - che nelle ore precedenti si stava muovendo tra le acque interne della laguna di Chioggia.

COPPIA PADOVANA DISPERSA. Nessun segnale da parte del conducente del natante e della sua compagna di viaggio, dunque le ricerche si sono fin da subito rivelate molto difficili. Tanta apprensione, naturalmente: sul posto si sono portati i mezzi nautici dei vigili del fuoco con il personale radarista. D'appoggio anche la capitaneria di porto. Fino alle 22.30 dei dispersi non c'era traccia, dopodiché la buona notizia.

IL SALVATAGGIO. I due sono stati individuati in corrispondenza di una bricola nel canale Novissimo. Impossibilitato a continuare il proprio itinerario, senza alcuna idea su quale direzione prendere, il conducente aveva deciso di evitare guai. Di attaccare l'imbarcazione alla bricola e chiedere aiuto. Ma dove? Impossibile fornire coordinate precise del punto in cui si trovavano, cosicché le ricerche sono durate per circa un'ora e mezza. I dispersi sono stati recuperati e portati sulla terraferma.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La nebbia "imprigiona" la laguna Non si vede nulla:padovani dispersi

PadovaOggi è in caricamento