Inaugura al centro Altinate San Gaetano “In Movimento. La nostra Storia dal 1960 ad oggi”

Al via venerdì 12 gennaio la tappa padovana della mostra dedicata al movimento studentesco degli ultimi cinquant'anni. In programma anche incontri culturali e dibattiti

Dal 12 gennaio all’11 febbraio, la Rete degli Studenti Medi, in collaborazione con il Comune di Padova, realizza la mostra itinerante del movimento studentesco “In Movimento. La nostra Storia dal 1960 ad oggi”: in mostra pannelli che raccontano la storia del movimento, foto e volantini storici, fumetti, ospiti e musica, una storia lunga cinquant'anni che non solo continua a influenzare l’attuale società italiana, ma che è ancora il principale motore del suo cambiamento. L’inaugurazione venerdì 12 gennaio alle 17.30 alla presenza delle autorità e con un'introduzione del professor Marco Almagisti.

IL PROGETTO.

La mostra si configura come un’esposizione itinerante che ha visto le sue prime tappe a Roma e a Pisa nei mesi scorsi. Il progetto è stato realizzato dalla Rete degli Studenti Medi, in collaborazione con l’Unione degli Universitari, grazie a un bando del MIUR. Al progetto prendono parte SPI CGIL, Ed Work e Stefano Poggi (European University Institute). Attraverso i pannelli realizzati da Stefano Poggi e un’app dedicata, la mostra vuole dare una visione d’insieme del movimento studentesco, delle mobilitazioni, delle conquiste civili, dei principali avvenimenti storico-politici dell’epoca.

DETTAGLI E INIZITIVE A PADOVA.

L’edizione padovana è stata realizzata in collaborazione con l’Ufficio Progetto Giovani del Comune di Padova, il Centro Studi E. Luccini, il festival BeComics ed è arricchita rispetto alla versione originale con pannelli dedicati in particolare alla storia del movimento studentesco padovano e il racconto degli anni Sessanta e Settanta nelle illustrazioni e nei fumetti di Giancarlo Ascari, in arte Elfo. Nel corso del mese di apertura, momenti di approfondimento culturale e confronto con storici, testimoni ed esperti accompagneranno l'esposizione per analizzare la storia dei movimenti studenteschi e riflettere sulla loro evoluzione e sul loro ruolo nella società contemporanea. Sono inoltre programmati incontri riservati agli studenti delle scuole superiori di secondo grado.

QUI IL PROGRAMMA COMPLETO DELLA MOSTRA E DELLE ATTIVITÀ COLLATERALI

UNA RIFLESSIONE SOCIALE.

“Nell’epoca storica e culturale in cui viviamo è più che mai necessario riflettere sui giovani e sul loro ruolo nelle trasformazioni sociali. - dichiara Marina Rampin, coordinatrice della Rete degli Studenti Medi di Padova - Ripercorrere una storia che è la nostra può garantire una maggiore e specifica comprensione del ruolo che gli studenti hanno avuto e continuano ad avere negli spazi della cittadinanza attiva ed essere di ispirazione per chi, come noi, crede in una partecipazione studentesca attiva impegnandosi quotidianamente per migliorare le proprie condizioni”.

ISPIRAZIONI PER UNA CITTADINANZA ATTIVA.

“Siamo entusiasti di ospitare anche nella nostra città una mostra che racconti una storia, la nostra, per insegnare ai giovani e ricordare ai meno giovani che siamo figli di processi che condizionano l’avvenire e lo trasformano” afferma Enrico Mazzo, coordinatore di Studenti Per Udu Padova. “Crediamo fermamente nel valore della partecipazione, a tutti i livelli di cittadinanza: vogliamo raccontare agli studenti la storia del movimento studentesco e le rivoluzioni che ha prodotto per mostrare che l’acquisizione di nuovi diritti non solo è possibile, ma è già successa e può succedere ancora”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Festa del Salone, incontri, fiere, mercatini e sagre: gli eventi del weekend a Padova

  • Violento schianto contro un platano: conducente estratto dalle lamiere e trasportato in ospedale

  • Giallo ai piedi della Specola, due cadaveri in casa: sono due fratelli

  • Trova un rotolo di banconote per terra e lo consegna alla polizia locale: succede nell'Alta

  • Blocco del traffico, come funziona: il vademecum con tutte le informazioni utili

  • Giro d'Italia: la tappa del 22 maggio 2020 avrà l'arrivo a Monselice

Torna su
PadovaOggi è in caricamento