menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Un mese fa diede alle fiamme due auto, preso il piromane: avrebbe agito "per gelosia"

I fatti risalgono alla notte del primo maggio, a Badia Polesine. Incendiate le auto di un ferrarese e di una monselicense. Il responsabile è un sessantenne polesano

La notte del primo maggio scorso, appiccò il fuoco ad un'auto con una mattonella di diavolina posta accanto ad uno pneumaico della vettura, una Ford C Max di proprietà di un 50enne di Ferrara. Nel devastante incendio, rimase coinvolta anche una seconda macchina, un'Audi A2. A distanza di un mese dall'episodio, i carabinieri ritengono di avere individuato il piromane, si tratta di un sessantenne polesano.

PIROMANE PER "GELOSIA". L'uomo avrebbe agito per gelosia nei confronti della proprietaria del secondo veicolo coinvolto, una 45enne di Monselice: per questo avrebbe dato alle fiamme l'auto del ferrarese, il presunto "rivale" in amore. 

DENUNCIATO PER INCENDIO DOLOSO. Al sessantenne, i carabinieri di Badia Polesine sarebbero arrivati tramite i filmati registrati dalle telecamere di videosorveglianza. In un primo momento, l'uomo avrebbe negato, poi, incalzato dalle domande degli inquirenti, avrebbe confessato, sostenendo di essersi pentito. Nei suoi confronti è scattata una denuncia per incendio doloso. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Zaia: «Veneto rischia di tornare in zona arancione»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento