Detenuto incendia mobili al Due Palazzi: ferito un agente, altri 15 in infermeria

Il grave episodio si è verificato nella mattinata di mercoledì al Due Palazzi, un agente è rimasto contuso a un ginocchio, almeno quindici i colleghi in infermeria per le esalazioni

Paura, tensione e un agente di polizia penitenziaria ferito. Un grave episodio è avvenuto nella giornata di mercoledì al Due Palazzi di Padova dove un detenuto nigeriano di 40 anni ha perso le staffe e inveito contro la procura, rea a suo dire di averlo condannato ingiustamente per l'ennesima volta. L'uomo ha dato fuoco ad alcuni mobili, provocando un incendio che ha scatenato il panico. Nella concitazione è rimasto ferito un agente di 37 anni.

La dinamica

Stando a quanto raccolto tra i baschi blu l'uomo, dopo aver insultato la magistratura, è andato in escandescenza, appiccando le fiamme ad alcune suppellettili e distruggendo il calcio balilla che è sistemato nella zona comune. Gli agenti hanno spento le fiamme e uno di loro avrebbe preso un calcio e sarebbe caduto per il pavimento bagnato, lussandosi un ginocchio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La denuncia dei sindacati

«Quindici colleghi hanno dovuto ricorrere alle cure del medico- spiega Giampiero Pegoraro, responsabile Cgil della penitenziaria di Padova- tutti hanno inspirato le esalazioni dei fumi prodotti dalla combustione. Fortunatamente nessuno di loro è rimasto intossicato seriamente. Peggio è andata a chi è intervenuto per bloccare il quarantenne. Colpito con un calcio, è stato trasportato in pronto soccorso. Sono situazioni che non devono accadere. Siamo vicini all’agente che ora non potrà lavorare per più di due settimane. E’ necessario che l’amministrazione penitenziaria sia molto più presente e che supporti il personale. Nel panico generale stava per scoppiare una sommossa, placata solo dalla grande professionalità del personale». Dello stesso tenore le parole di Onofrio Bellini, segretario dell’Uspp di Padova: «La situazione è allarmante con continui episodi di questo tipo. Nonostante le gravi carenze di organico i colleghi sono riusciti a prevenire e allontanare le minacce per l’ordine e la sicurezza all’interno della sezione detentiva».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid: primo caso di alunno positivo nel Padovano, classe e docenti in isolamento

  • «Dov’è la felicità? È molto lontana, è vicino a Padova», il meme diventa virale

  • Tragedia nella Bassa: bimba di un anno e mezzo muore investita dal nonno

  • Frontale tra una Punto e un furgoncino: 17enne padovana perde la vita

  • Crisanti smentisce Zaia: «Il modello Veneto è merito dell'Università di Padova»

  • È vero che i farmaci generici sono uguali a quelli di marca?

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PadovaOggi è in caricamento