Inizio d'anno da dimenticare: capanno e auto ridotte in cenere dall'incendio improvviso

Sono due gli incendi che nella giornata di mercoledì hanno interessato altrettante proprietà private in provincia. Non ci sono feriti ma l'episodio più grave ha distrutto due vetture

(foto: archivio)

Una canna fumaria tutta da rifare e un capanno raso al suolo insieme a tutto il suo contenuto. É il bilancio dei due incendi domestici scoppiati nella giornata del primo dell'anno.

Automobili in fiamme

Il più serio ha riguardato la proprietà di un pensionato in via Buffa a Brugine, dove il cortocircuito di una vecchia automobile ha fatto da innesco al rogo che ha distrutto una rimessa. Si tratta di un capanno dove l'uomo conservava parcheggiate una Renault 4 e una Fiat 500 vecchio modello, oltre a diversi attrezzi. Proprio un malfunzionamento alla Renault avrebbe provocato le scintille letali, appiccando il fuoco che si è propagato anche all'altro mezzo e all'intera costruzione di cui è rimasto poco più che lo scheletro incenerito. Sul posto sono arrivati i pompieri che hanno spento l'incendio e i carabinieri per ricostruire l'accaduto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Camino bruciato

E militari e pompieri nello stesso pomeriggio sono intervenuti anche in via Aquileia a Mestrino, dove un guasto alla canna fumaria di un'abitazione ha innescato un principio di rogo. Il tempestivo arrivo dei soccorritori ha permesso di circoscrivere le fiamme ed evitare che la casa riportasse danni strutturali. Anche in questo caso fortunatamente nessuno è rimasto ferito né intossicato e le cause dell'incendio si sono dimostrate accidentali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Live - In serata morto un 47enne. Ripartenza, tornano i pranzi sui colli

  • Gravissimo incidente nella serata: un decesso e due persone ferite nello schianto

  • Coronavirus, Zaia: «Dal primo giugno non ci sarà più l'obbligo della mascherina all'aperto»

  • Tremendo schianto in serata lungo la Pelosa: morti due padovani, un ferito grave

  • Coronavirus, il primo aggiornamento di giornata su contagi e ricoveri a Padova e in Veneto

  • Zaia: «Dal primo giugno via la mascherina. Si indossa solo quando serve»

Torna su
PadovaOggi è in caricamento