menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Incendio doloso al mobilificio: trovate tracce di benzina intorno al capannone

Lo storico mobilificio "Fratelli Casarotto" di Masi è stato avvolto dalle fiamme nella notte tra venerdì 17 e sabato 18 luglio: è caccia a chi ha appiccato il fuoco

Hanno salvato il salvabile. Ma i danni sono evidenti: a fuoco il mobilificio "F.lli Casarotti" di Masi, distrutto il laboratorio di produzione (con tanto di crollo del tetto) e i macchinari per la lavorazione del legno presenti al suo interno.

L'incendio

È successo nella notte tra venerdì 17 e sabato 18 luglio: i quattro soci, due dei quali abitano proprio a ridosso del mobilificio, hanno cercato di contenere le fiamme con gli estintori in loro possesso prima dell'arrivo dei vigili del fuoco, accorsi con due squadre da Este. E che, una volta spento il rogo - ci sono volute oltre quattro ore - e messo in sicurezza il laboratorio, hanno notato durante le operazioni di sopralluogo che intorno al capannone erano presenti evidenti tracce di benzina e liquidi infiammabili, segno che si tratti di un incendio doloso. I carabinieri della stazione di Montagnana e del Norm di Este stanno ora indagando per risalire all'identità dei responsabili del gesto, che hanno provato a mandare letteralmente in fumo una realtà che dura da oltre 40 anni: i danni sono ancora in corso di quantificazione, ma potrebbero aggirarsi sui 100mila euro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento