rotate-mobile
Giovedì, 9 Dicembre 2021
Cronaca Camposampiero

Grenfell Tower, l'ultima telefonata di Gloria ai genitori: "Sto morendo, vi aiuterò da lassù"

La giovane padovana intrappolata nel grattacielo della morte di Londra ha parlato con mamma e papà fino a quando le linee si sono bruscamente interrotte. Il padre ha registrato le ultime chiamate della figlia. L'avvocato di famiglia: "Avranno un fine nobile"

"Mi sono resa conto che sto morendo". Gloria sapeva cosa stava succedendo, sapeva che lei e il suo fidanzato, Marco, stavano andando incontro alla morte.

"NON CI SONO MOTIVI PER SPERARE SIANO VIVI". Sono parole di addio, quelle che trapelano dalle ultime conversazioni avute con i genitori da Gloria Trevisan, la 27enne di Camposampiero che con il fidanzato Marco Gottardi si era trasferita a Londra alcuni mesi fa e che ora risulta iscritta nella lista dei dispersi dell'incendio divampato alla Grenfell Tower, grattacielo residenziale di 24 piani e 120 appartamenti nella zona di North Kensington. "Stavano dando un addio. Non ci sono motivi per sperare che Gloria e Marco siano ancora vivi", ha affermato l'avvocato Maria Cristina Sandrin, legale dei familiari della giovane, mamma Manuela e papà Loris, rimasti al telefono con la figlia fino agli ultimi istanti, fino a quando la linea si è interrotta, lasciando nello strazio una madre e un padre impotendi davanti alle drammatiche immagini che iniziavano a comparire sulle tv italiane. 

"STO MORENDO, VI AIUTERÒ DA LASSÙ". "Grazie di tutto, sto per andare in cielo, vi aiuterò da lassù". Sono le ultime parole di una figlia consapevole di stare andando incontro ad un tragico destino. La stessa figlia che era partita per Londra in cerca di fortuna, di un lavoro che pagasse il suo talento, ma che soprattutto le permettesse di aiutare la sua famiglia, che stava affrontando un periodo economico particolare. "Si era laureata il 18 ottobre ed era andata a Londra perché qui non ci sono possibilità professionali neanche per chi si laurea con 110", precisa il legale. "Questo Paese costringe i nostri giovani ad andare all'estero. Gloria e Marco si erano appena sistemati", sbotta con rabbia il papà di Gloria.

LE TELEFONATE REGISTRATE CON MAMMA E PAPÀ. Quando è scoppiato l'incendio, la giovane padovana ha preso il telefono e ha chiamato la mamma. Era agitata, così la madre le ha chiesto di passarle Marco. Lui ha rassicurato tutti: "Ci sono i vigili del fuoco, non vi preoccupate". A quella, sono seguite altre telefonate. A quel punto iniziavano a comparire in televisione le prime riprese di quanto stava accadendo a Londra. Immagini drammatiche. Fuoco, paura. E la paura ha preso anche la coppia di ragazzi intrappolata al 23esimo piano di quel grattacielo e i genitori di Gloria: la madre ha messo il vivavoce, il padre ha registrato quelle chiamate. Sono stati loro ad avvertire i genitori di Marco. L'avvocato Sandrin le ha ascoltate tutte, quelle registrazioni: "Decideremo cosa farne, sicuro dovranno avere un fine nobile", ha detto il legale.ù

"IN MEMORIA DI GLORIA": FB HA GIÀ CONVERTITO IL PROFILO. Gloria e Marco al momento non risultano né tra le vittime né tra i feriti e le speranze che si siano salvati si fanno sempre più fioche con il passare delle ore. A Londra c'è il fratello della 27enne, alla ricerca di notizie sulla sorella. Intanto, fa discutere che Facebook abbia già trasformato la pagina della ragazza in un profilo commemorativo: "In memoria di Gloria Trevisan. Speriamo che le persone che amano Gloria troveranno conforto nel visitare il suo profilo per ricordare lei e la sua vita". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Grenfell Tower, l'ultima telefonata di Gloria ai genitori: "Sto morendo, vi aiuterò da lassù"

PadovaOggi è in caricamento