Brucia i rifiuti illeciti dell'azienda agricola tra i vigneti: denunciato un sessantenne

I carabinieri forestali durante una perlustrazione si sono accorti dell'incendio e sono intervenuti: la persona è recidiva e già in passato aveva compiuto lo stesso reato

I Militari della Stazione Carabinieri Forestale di Padova, hanno denunciato un sessantenne di Arre, titolare di una azienda agricola, sorpreso mentre stava appiccando il fuoco ai rifiuti depositati in maniera non regolare. Nel corso di una attività di controllo in ambito venatorio, i militari si sono accorti di una densa nuvola di fumo nero che si alzava verso il cielo. Individuato il punto di origine proprio all’interno di un vigneto, nelle vicinanze dell’azienda è stato accertato che si trattava di un abbruciamento illecito di rifiuti. Il rogo, seppur non di grandi dimensioni, era stato appiccato per sbarazzarsi di rifiuti di ogni genere.

La denuncia

Spento il fuoco e messa in sicurezza l’area, il titolare dell’azienda agricola è stato denunciato per smaltimento illecito di rifiuti mediante combustione. Tra i rifiuti ridotti in cenere c'erano molti materiali plastici presumibilmente derivanti da rifiuti prodotti dall’attività dell’impresa agricola (teli pacciamanti in particolare). L’area interessata all’abbruciamento è stata posta sotto sequestro dai carabinieri anche per poter procedere a breve a effettuare le necessarie verifiche e le analisi per appurare una eventuale contaminazione del suolo. Dagli accertamenti iniziali effettuati è emerso come il denunciato non sia nuovo a questo tipo di comportamenti, tant’è che la stessa area dove è stato accertato il rogo, è stata in passato teatro analoghi episodi. Al vaglio degli inquirenti la posizione del responsabile che può incorrere anche nella denuncia per combustione illecita di rifiuti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Manifestazione #IoApro: l'elenco di bar e i ristoranti che aderiscono all'iniziativa

  • La pasticceria Le Sablon fa servizio al tavolo per #ioapro: prese le generalità a clienti e titolare

  • Andrea Pennacchi: «So taca na machina, ma respiro. Grazie a tutti i medici, sono in buonissime mani»

  • Famiglia si sbronza per "dimenticare" il parente morto: 17enne sviene, i genitori sfondano la porta del pronto soccorso per farlo curare

  • Maxi-incendio ad Albignasego: a fuoco l'ex In Bloom, una persona intossicata

  • Solesino: primo comune italiano a dotarsi di un'Alfa Romeo Stelvio per la polizia locale

Torna su
PadovaOggi è in caricamento