Riattivato il focolaio sotterraneo dell'incendio di inizio giugno: ancora a fuoco Rocca Pendice

A Teolo: dopo avere fatto sgomberare la zona, utilizzata da molti rocciatori come palestra di allenamento, sono iniziati i lanci dell'elicottero della Regione Veneto

L'elicottero della Regione Veneto in azione a Rocca Pendice

È ripreso nel pomeriggio di sabato 20 giugno un incendio sui Colli Euganei a Rocca Pendice nel Comune di Teolo, nella stessa zona nella quale si era già verificato un rogo lo scorso 3 giugno.

Incendio

Qualche focolaio sotterraneo, nonostante le piogge degli ultimi giorni, ha ripreso vivacità. Spiega Gianpaolo Bottacin, assessore regionale all'ambiente: «Anche questa volta sono intervenute in zona le squadre forestali di Antincendio Boschivo, coordinate dal DOS regionale, ed è arrivato anche l'elicottero della Regione del Veneto: dopo avere fatto sgomberare la zona, utilizzata da molti rocciatori come palestra di allenamento, sono iniziati i lanci dell'elicottero della Regione Veneto. Vento permettendo, si conta di poter chiudere entro sera le operazioni con lo spegnimento del focolaio, dovuto alla riattivazione di un camino, ma per precauzione sono state, comunque, già preallertate le squadre forestali che, insieme alla Protezione Civile di Albignasego, provvederanno a eventuali ulteriori bonifiche da terra nella mattinata di domenica 21 giugno».

Sentiero chiuso

E proprio per "nuove operazioni di spegnimento e bonifica" saranno interdetti anche per tutta la giornata di domani gli accessi e l’utilizzo delle pareti a partire dal settore “lavagne nere” fino al settore “dinamiche” compreso, la palestrina, tutta la zona di punta nord e il settore “numerate alte e basse”. A darne notizia è la pagina Facebook del Comune di Teolo, con tanto di ulteriori dettagli: "Il focolaio è lo stesso di 20 giorni fa, è in mezzo a una fenditura della falesia e, nonostante gli acquazzoni dei giorni scorsi, rimane riparato e con il vento prende vigore. È in fase di organizzazione una squadra di rocciatori esperti per intervenire “chirurgicamente” a parete, e operazione di bonifica e spegnimento richiederà l’intervento di squadre specializzate del servizio forestale, della protezione civile e dei vigili del fuoco. Chiediamo per favore di rimanere fuori dalle aree interessate per l’interesse e l’incolumità di tutti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Strade insanguinate: perde il controllo dell'auto sui Colli, muore noto barista di 31 anni

  • Tragedia nel pomeriggio: auto esce di strada, morto un 19enne e grave un coetaneo

  • Malore improvviso: è mancato nella notte il Primo Dirigente Medico della Polizia di Stato, Massimo Puglisi

  • Si schianta con un ultraleggero nella Bassa: morto il pilota 52enne

  • Femminicidio di Cadoneghe: la denuncia e i retroscena di un delitto "annunciato"

  • Statale 47 paralizzata da un incidente: coinvolti tre camion e un'auto

Torna su
PadovaOggi è in caricamento