Domenica, 16 Maggio 2021
Cronaca Viale dell'Industria

Incendio di Cittadella, il sindaco "Resta l'allarme inquinamento"

Le rilevazioni durante il rogo di giovedì sera alla Zecchini hanno evidenziato valori elevati di diossina. Si invita alla prudenza fino a quando non arriveranno i risultati delle campionature a fuoco domato

L'incendio di vaste proporzioni alla Zecchini di Cittadella (foto viglili del fuoco)

L'allarme inquinamento non è ancora rientrato. Le rilevazioni eseguite durante il devastante incendio scoppiato giovedì sera alla Zecchini - ex IsoPipes - di viale dell'Industria a Cittadella hanno infatti evidenziato valori particolamente elevati di diossina. Lo ha comunicato il sindaco Giuseppe Pan, invitando i cittadini alla prudenza fino a quando non saranno resi noti i risultati delle campionature effettuate a rogo domato.

ALLARME NON ANCORA RIENTRATO. Nella mattinata di sabato, alle 9, si è svolta una riunione tecnica tra il primo cittadino, il suo vice Luca Pierobon, l’assessore alla Protezione civile Paolo Vallotto, il direttore di Arpav del dipartimento di Padova e Rovigo Vincenzo Restaino, il direttore del dipartimento di prevenzione dell'Ulss 15 di Cittadella Anselmo Ferronato e il presidente dell’associazione volontari di protezione Civile Claudio Zanetti, per esaminare i risultati delle analisi su campioni di aria prelevati nella zona interessata dal rogo. Dopo avere analizzato i dati relativi al campionamento effettuato mentre l'incendio era ancora in corso, dalle 20 di giovedì all'1 di venerdì, e cioè nella fase più critica, sono emersi valori particolamente elevati di diossina, se pure compatibili con eventi di questo tipo nella fase acuta.

L'INCENDIO: Guarda il video

PRECAUZIONI DA ADOTTARE: In attesa dei risultati relativi al secondo campionamento, il cui prelievo è stato effettuato venerdì mattina tra le 13 e le 15, in prossimità dell’azienda, quando ormai le fiamme erano state domate, il sindaco raccomanda alla popolazione di continuare ad adottare le precauzioni già consigliate nei giorni scorsi: tenere le finestre chiuse; non sostare a lungo all’aria aperta; consumare frutta e verdura raccolte negli orti solo dopo avere effettuato un accurato e prolungato lavaggio con abbondante acqua corrente; evitare di raccogliere  dai prati e consumare le erbe spontanee di stagione. Arpav e Ulss 15 svolgeranno ulteriori e ripetuti controlli sulle matrici ambientali ed alimentari, allo scopo di monitorare costantemente la situazione.

L'INCENDIO. L'incendio alla Zecchini è divampato giovedì sera, distruggendo interamente il capannone. Sul posto per spegnere il rogo erano intervenute 10 squadre dei vigili del fuoco con 40 operatori e 15 automezzi tra cui 4 autopompe serbatoio, 2 autoscale, 3 autobotti e 1 snorkel provenienti da Padova, Cittadella e fuori provincia: Bassano, Vicenza e Castelfranco. Nessuno per fortuna è rimasto ferito. La colonna di fumo nelle prime fasi è stata visibile da molti chilometri di distanza. Il rogo, dopo circa 4 ore dall'inizio, è stato domato poco prima dell'alba. Sul posto per i rilievi del caso i carabinieri della stazione locale, la polizia locale, la protezione civile, il direttore dell'Ulss locale e i tecnici dell'Arpav per verificare l'eventuale inquinamento dell'area, dato che la colonna di fumo si diffondeva in direzione sud, verso zone con presenza di nuclei abitativi.

IL VIDEO DELL'INCENDIO:

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incendio di Cittadella, il sindaco "Resta l'allarme inquinamento"

PadovaOggi è in caricamento