menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Precipita dal tetto pulendo le grondaie: la moglie lo trova in un lago di sangue

Dramma sfiorato all'alba di mercoledì, con un 66enne vittima di un volo dal secondo piano che si è schiantato nel giardino di casa. Ora è gravissimo all'ospedale cittadino

É salito sul tetto per sistemare una grondaia. Poi, all'improvviso, il volo nel vuoto e lo schianto a terra. A lanciare l'allarme la moglie disperata.

Lavori domestici

É ricoverato in gravi condizioni all'ospedale civile di Padova un 66enne vittima di un terribile incidente domestico. A raccontare, almeno in parte, l'accaduto è la moglie, coetanea, a cui è toccata la drammatica sorte di trovare il marito riverso in giardino e chiamare i soccorsi. L'episodio si è consumato mercoledì mattina in via Newton, zona Brusegana. L'uomo si è alzato alle 6.30 per sistemare un problema al tetto di casa. Dopo il maltempo degli scorsi giorni l'acqua defluiva male dalle grondaie, dove si era formato del muschio e accatastata una gran quantità di foglie secche. Con addosso solo i vestiti da casa e senza particolari precauzioni è salito sul tetto della costruzione a due piani.

Il dramma

Poi per circa due ore, il buio. Poco dopo le 8 la moglie si è alzata per fare colazione e andare al lavoro e, non vedendo il marito in casa, si è affacciata per controllare come procedessero i lavori. Nel giardino, la scena che la segnerà per il resto della vita. A terra c'era il corpo del 66enne, riverso in una pozza di sangue.

I soccorsi e le indagini

Immediati la chiamata e l'arrivo dell'ambulanza che lo ha portato in massima urgenza al pronto soccorso. Gli è stata riscontrata una profonda ferita alla fronte, oltre a botte e contusioni in varie parti del corpo. La prognosi è ancora riservata, ma secondo le prime indiscrezioni l'uomo, anche se molto grave, non sarebbe in pericolo di vita. In via Newton è arrivata, come da prassi, anche la polizia per accertare la dinamica dell'incidente. Purtroppo al momento non risultano testimoni, quindi è difficile capire esattamente l'orario della caduta e quanto tempo il 66enne sia rimasto esanime a terra. Sul fatto che si tratti di un errore umano causato da un'eccessiva imprudenza pare invece che non ci siano dubbi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento