Operaio controlla il macchinario e resta con la mano incastrata: dito mozzato

Un 22enne ha cercato di capire come mai la macchina con la quale stava lavorando ha subito un rallentamento: nell'ispezionare la valvola è rimasto incastrato e metà falange è stata tranciata di netto. È stato sottoposto a intervento chirurgico all'ospedale di Cittadella

Un operaio ha perso un dito mentre controllava la tramoggia (un macchinario a forma di cono rovesciato con un’apertura sul fondo) con la quale stava lavorando. Indagano i carabinieri di San Martino di Lupari.

L’incidente

Nel pomeriggio di giovedì 23 luglio un operaio di 22 anni di San Martino di Lupari si trovava al lavoro alla Liking spa, azienda che si occupa della produzione di dolciumi. La tramoggia con la quale stava lavorando ha cominciato a rallentare e l’operaio ha cercato di capire se c’era qualcosa che non andava. Senza interrompere la corrente o azionare il tasto di emergenza ha aperto la valvola per l’ispezione ed è rimasto incastrato con la mano destra: mezzo dito è stato tranciato di netto. Portato al pronto soccorso di Cittadella è stato sottoposto a intervento chirurgico. Intanto i carabinieri sono andati a ispezionare il luogo dell’incidente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Zaia: «Ricoveri in ospedale, tutte le province venete in Fase 5 tranne Padova»

  • Femminicidio nella notte a Cadoneghe: uomo uccide la moglie a coltellate

  • Zaia: «Ecco la nuova ordinanza. Ridotta capienza nei negozi e nei centri commerciali»

  • Il Covid si porta via a 67 anni lo storico pasticcere di Mestrino. Morto anche un giovane professore

  • Paolo Mocavero condannato, Roberto Baggio vince anche in tribunale

  • Investito in bicicletta dal rimorchio di un camion: 14enne in fin di vita

Torna su
PadovaOggi è in caricamento