menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Alberto Paulon (fonte Facebook)

Alberto Paulon (fonte Facebook)

Cuoco padovano di 25 anni travolto e ucciso in bicicletta in Australia

Alberto Paulon lavorava a Melbourne. Giovedì il tragico incidente in sella alla due ruote. Era nipote del leader padovano di "Comunione e liberazione" e figlio dello chef morto nello scoppio dell'Epifania nel 1998

Travolto e ucciso in Australia, mentre si trovava in sella alla sua bicicletta. Tragica fine a Melbourne per Alberto Paulon, 25enne padovano, nipote di Graziano Debellini, leader cittadino di "Comunione e liberazione", e figlio di Massimo Paulon, lo chef morto nello scoppio dell'Epifania in via Forcellini nel 1998. 

L'INCIDENTE. La disgrazia giovedì. Giunto nella capitale dello stato del Victoria l'8 febbraio per lavorare come cuoco in un ristorante, il 25enne stava pedalando in sella ad una bici con al fianco la fidanzata, una giovane italiana. Un automobilista avrebbe aperto all'improvviso la porta del suo veicolo, parcheggiato a bordo strada, e Paulon sarebbe caduto sull'asfalto, venendo investito da un mezzo pesante.

CUOCO DELLA PASTICCERIA GIOTTO. In Italia aveva anche lavorato per la pasticceria Giotto, all'interno del carcere Due Palazzi di Padova, che insegna il mestiere ai detenuti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento