menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
In foto la presunta vittima Valeria Gudimenco (fonte Facebook)

In foto la presunta vittima Valeria Gudimenco (fonte Facebook)

Incidente a Bagnoli, cameriera di 26 anni muore carbonizzata in auto

Lo schianto martedì sera, sulla provinciale 92. Vittima l'intestataria della Golf, finita contro un platano, ribaltatasi e incendiata: Valeria Gudimenco, residente ad Anguillara, lavorava in un bar a Conselve

Sono stati degli automobilisti di passaggio ad accorgersi per primi delle fiamme e a dare l'allarme ai soccorsi, purtroppo inutili, di fronte a una Volkswagen Golf ridotta a un ammasso di lamiere arroventate, divenuta l'inferno in cui ha perso la vita una giovane di 26 anni.

LA VITTIMA. L'incidente martedì sera, intorno alle 22.30, lungo la strada provinciale 92 a Bagnoli di Sopra, nel punto in cui la strada prende il nome di via Vittorio Emanuele II. Il riconoscimento della salma non è stato possibile al momento, date le condizioni del corpo estratto dall'abitacolo, completamente carbonizzato. Secondo i primi riscontri, però, si tratterebbe con molta probabilità dell'intestataria della Golf, Valeria Gudimenco, di origini moldave, cameriera in un bar di Conselve, da cui era stata vista uscire poco prima, residente da sola in un'abitazione ad Anguillara - separata dal marito e madre di una figlia piccola, che vivono sempre in zona - paese verso il quale martedì sera era diretto il veicolo. Per stabilire con certezza l'identità del cadavere si procederà al prelievo del dna. Tuttavia, la presenza di testimoni che hanno visto la donna abbandonare il locale poco prima dell'incidente, il fatto che sia proprietaria della Golf, il rinvenimento, fuori dall'abitacolo, di un suo documento parzialmente bruciato, nonché il fatto che la 26enne risulti irreperibile fanno supporre quasi con certezza che la sfortunata vittima sia proprio la giovane Valeria Gudimenco.

LA DINAMICA. Sul posto per i rilievi della dinamica sono intervenuti i carabinieri della compagnia di Abano Terme, che hanno appurato come la Golf abbia sbandato finendo dapprima contro un platano che costeggia la provinciale, quindi il ribaltamento sulla corsia opposta e infine l'incendio. La donna sarebbe morta sul colpo a seguito dell'impatto. Da un successivo sopralluogo nella mattinata di mercoledì, con le luci del giorno, è stata appurata l'assenza di detriti e quindi scartata l'ipotesi di altri mezzi coinvolti nel sinistro, alla cui origine ci potrebbe essere una distrazione, così come un colpo di sonno della conducente. Sul posto sono intervenuti anche i vigili del fuoco.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento