rotate-mobile
Venerdì, 19 Aprile 2024
Incidenti stradali Borgo Veneto / Via Umberto I°

Perde il controllo della sua Bmw si schianta: morto uomo di 56 anni

E' successo oggi 19 febbraio alle 19,30 in via Umberto I a Borgo Veneto. La vittima si chiamava Andrea Finco e viveva a Ponso. A nulla sono valsi i tentativi disperati di rianimarlo. Rilievi effettuati dai carabinieri. Si ipotizza un malore improvviso

Incidente mortale stasera, 19 febbraio alle 19,30. Lo schianto è avvenuto in via Umberto I a Borgo Veneto. A perdere la vita è stato un uomo di 56 anni, Andrea Finco residente a Ponso. Aveva festeggiato il compleanno il primo febbraio. Secondo una prima ricostruzione effettuata dai carabinieri del Radiomobile di Este e della stazione di Boara Pisani la vittima sarebbe rimasto vittima di una fuoriuscita autonoma. Al volante della sua Bmw è andato a sbattere violentemente contro un palo della rete elettrica. Si ipotizza che la perdita di controllo del mezzo sia stata provocata da un malore improvviso. Fin da subito si è capito che le condizioni del conducente erano disperate. Sul luogo dell'ennesima tragedia della strada si sono portati anche i sanitari del Suem 118, ma una volta sul posto gli operatori non hanno potuto far altro che constatare l'avvenuto decesso. 

La Bmw di Andrea Finco dopo lo schianto

Soccorsi

Sulla scena dell'ennesima tragedia lungo le strade del padovano la viabilità ha subito pesanti rallentamenti. E' toccato ai carabinieri inibire al traffico via Umberto I e dirottare i mezzi in transito lungo percorsi alternativi. Della vicenda è stato messo al corrente il pubblico ministero di turno, che dopo aver accertato la dinamica dei fatti, ha concesso il nullaosta per la rimozione della salma che è stata trasportata all'istituto di medicina legale dell'ospedale di Schiavonia in attesa di affidarla alla famiglia per il funerale. Ai carabinieri il compito di fare chiarezza sulle cause del decesso, mentre fin da subito è stata esclusa la complicità di ulteriori veicoli. 

Chi era

La vittima, 56 anni compiuti lo scorso primo febbraio non aveva figli e non era sposato. Viveva in via Chiesa a Bresega di Ponso. Era titolare con il fratello Valentino della dittà Xeltech, specializzata in materiale elettrico per l'illuminazione. Conosciuto da tutti come un grande lavoratore, amante della compagnia e sempre disponibile verso gli altri. Tra i primi a portarsi sul luogo dell'ennesima tragedia della strada, il sindaco Matteo Chiodin che ne ha ricordato le qualità umane e professionali. Con tutta probabilità già domani, 20 febbraio, la salma verrà messa a disposizione dei familiari per organizzare le esequie. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Perde il controllo della sua Bmw si schianta: morto uomo di 56 anni

PadovaOggi è in caricamento