menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Investita in bici 2 settimane fa: anche Giorgia non ce l'ha fatta

Giorgia Graziano di Legnaro e fino a pochi anni fa residente a Ponte S. Nicolò non è riuscita a sopravvivere al grave incidente in cui è rimasta coinvolta il 28 giugno. Un destino simile a Giosuè Zorzi

Dopo Giosuè, anche Giorgia. Due giovani vite, 19enne lui, 13enne lei, appese a un filo che però si è spezzato, per entrambi troppo presto. Giosuè Zorzi, padovano di Altichiero è mancato "ufficialmente" ieri mattina, quando alle 10 è stato dichiarato clinicamente morto dai medici dell'ospedale di Padova dopo che sabato sera era stato colpito probabilmente da un aneurisma che gli aveva fatto perdere conoscenza davanti alla chiesa di Sacro Cuore dove aveva appena assistito a una partita di calcetto.

GIOSUÈ: LA MORTE E UNA COMUNITÀ IN LUTTO

 

GIOSU È : IL MALORE DAVANTI ALLA CHIESA

LA STORIA DI GIORGIA. La lotta di Giorgia contro la morte, invece, è durata quasi due settimane. La ragazzina, appena diplomata alle scuole medie, residente a Legnaro ma fino a pochi anni fa a Ponte San Nicolò, era stata investita lo scorso 28 giugno da una Citroen Saxo guidata da un 59enne del posto mentre attraversava in bicicletta la strada all'incrocio tra via Vittorio Emanuele II e via Cesare Battisti a Legnaro. Ricoverata in terapia intensiva all'ospedale di Padova, non si è mai più risvegliata e ieri mattina anche la sua breve esistenza si è conclusa. Vane purtroppo le speranze di mamma Laura, papà Giuseppe e del fratello maggiore di poterla riabbracciare. I funerali, ancora da fissare, si terranno nella chiesa di San Basilio a Roncaglia di Ponte San Nicolò.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Superenalotto: vincite a Noventa Padovana e a Este

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento