rotate-mobile
Incidenti stradali Ponte San Nicolò

Strage del pullman dei carabinieri Sette anni all'autista: era drogato

I fatti risalgono al 5 maggio 2012, quando la corriera, diretta a Jesolo, si ribaltò in un fosso in autostrada. Cinque persone persero la vita in quell'incidente. Il conducente aveva assunto cocaina prima di guidare

Il tribunale di Padova ha condannato a 7 anni di reclusione l'autista romano alla guida del pullman della strage in cui 5 persone, tutte iscritte o simpatizzanti dell'associazione Carabinieri di Aprilia (in totale, 22 ex carabinieri in congedo), che stavano raggiungendo l'adunata nazionale dell'Arma a Jesolo (Venezia), persero la vita, e altre 17 rimasero ferite.

L'INCIDENTE. Accadde il 5 maggio 2012, nel tratto di autostrada che collega la A13 e la A14, nel comune di Ponte San Nicolò. L'autista, quel tragico giorno, guidava, come emerso dalle indagini, sotto l'effetto della cocaina. Lo schianto, lungo la salita tra i caselli di Terme Euganee e Padova Sud: l'uomo perse d'improvviso il controllo della carriera, che sfondò il guard-rail, ribaltandosi in un fossato. Tre uomini e due donne persero la vita quel giorno.

VIDEO: Il pullman ribaltato

CONDANNA. L'autista dovrà scontare sei anni per omicidio colposo e uno per guida sotto l'effetto di sostanze stupefacenti. Alla pena si aggiunge il pagamento di un'ammenda di 4mila euro e una provvisionale di quasi 2 milioni immediatamente esecutiva.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Strage del pullman dei carabinieri Sette anni all'autista: era drogato

PadovaOggi è in caricamento