Terribile schianto auto-moto nel Camposampierese: centauro perde la vita

L'incidente intorno alle 20 in via Caltana, a Villanova di Camposampiero

In foto da sinistra: l'incidente in via Caltana (foto inviataci da un lettore) e la vittima

Un impatto violento che è costato la vita a Maurizio Savoldati, 35enne padovano, morto in sella alla sua motocicletta in via Caltana, a Villanova di Camposampiero.

INCIDENTE. Secodo una prima ricostruzione dei fatti, sia l'auto, una Renault Clio condotta da un 49enne del posto con a bordo la madre 84enne, sia la motocicletta, una Suzuki, procedevano in direzione Sant'Andrea. Il motociclista forse non si è reso conto l'auto stava svoltando a sinistra e gli è finito addosso. L'impatto è stato talmente violento l'auto è finita nel fossato e il centauro è stato sbalzato dalla sella rimanendo esanime. Il motore della Sukuki si è staccato ed è finito a una trentina di metri di distanza. Introvabile la moto del centauro, inghiottita dall'acqua del fossato. All'origine dell'incidente ci sarebbe l'alta velocità.

FERITI. Sul posto i sanitari del Suem 118, i carabinieri e i vigili del fuoco per estrarre dalle lamiere gli occupanti del veicolo sbalzato nel fossato dopo l'impatto. Ferite lievi per la passeggera dell'auto, un'anziana signora, trasportata all'ospedale di Camposampiero per le cure del caso. 

FAMIGLIARI. Poco dopo l'incidente sono arrivate in via Caltana la fidanzata e la sorella della vittima che straziato dal dolore non hanno potuto far altro che identificare la vittima. 

IL CORDOGLIO DEGLI AMICI. "Ci sono situazioni e sentimenti che nessuno di noi dovrebbe provare - scrivono in un post su Facebook gli amici dell'associazione sportiva dilettantistica dedica ad organizzazione eventi sportivi e culturali Spid Motorsport events - il nostro gruppo, anche se creato da poco è formato da persone che prima di tutto sono amiche e forse per questo ci risultava tutto più facile. Ma proprio ora che ci stavamo godendo i risultati positivi del nostro lavoro, il destino infame ci ha scaraventato nella dura realtà. Mancherai tantissimo e il vuoto che lasci sicuramente non riusciremo mai a colmarlo. Anche se ora la vogli è pari a zero ti posso assicurare che porteremo avanti il nostro progetto a cui tu tenevi molto, versando sudore e fatica per poterlo realizzare. La vita a volte colpisce duro e questa ne è sicuramente la prova. Fai buon viaggio amico, sempre cattivo ed ignorante".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Live - Coronavirus: morto Adriano Trevisan, altri 9 casi accertati a Vo'. Università chiuse

  • Coronavirus: primi due casi sospetti nel Padovano, l’ospedale di Schiavonia verrà svuotato

  • Infarto durante l'ora di lezione a scuola: grave una studentessa di 14 anni

  • Si getta sui binari alla stazione di Padova: treni in tilt all'alba di lunedì

  • Morte cerebrale per Anna, la quattordicenne colpita da arresto cardiaco a scuola

  • Coronavirus, massima allerta in Veneto. Zaia «Pronti a misure drastiche»

Torna su
PadovaOggi è in caricamento